Cane solo in casa e piange? Come abituare un cucciolo a casa da solo

cane solo in casa

Quando lasciamo il nostro cane solo in casa, generalmente ci sentiamo in colpa, soprattutto quando è ancora un cucciolo.. Proprio per questo motivo salutiamo il nostro amico con un lungo discorso di addio, di cui inesorabilmente non capisce una parola. Purtroppo non tutti i nostri cani riescono ad accettare serenamente il nostro allontamento, vediamo quindi di dare qualche consiglio su come abituare un cucciolo a casa da solo che piange per tutto il giorno!

Cosa fare se il cane piange quando è a casa da solo

Molti dei nostri amici a quattro zampe, sono ormai abituati alla classica frase “Vado, torno subito“, soprattutto se il padroncino usa sempre le stesse modalità di saluto. Abituati o meno, in ogni caso i nostri cani attendono sempre con ansia il nostro ritorno, alcuni anche serenamente, magari approfittandone della situazione per schiacciare un pisolino sul letto dell’amico a due zampe. Per altri invece è una vera e propria tragedia, soprattutto per quelli con un brutto background alle spalle, ad esempio, vengono dal canile e non hanno avuto i giusti insegnamenti materni sulla questione del distacco.

Esistono diverse forme di ansia da separazione nel cane, nelle forme più gravi, soprattutto se è un cane adulto, l’unica soluzione è rivolgersi ad un bravo veterinario comportamentalista. Ricordate che se avete un cane che piange non appena chiudete la porta di casa, le proteste del vicinato non tarderanno a sentirsi, è quindi il caso di agire fin subito al fine di risolvere il problema! Tuttavia vediamo di dare qualche consiglio per i casi meno gravi, cercando di aiutare il nostro cane a casa da solo a superare serenamente la sua giornata!

cucciolo a casa da solo

Cane solo in casa | Come abituare un cucciolo a casa da solo

Per educare un cane solo in casa che piange ininterrottamente, cercate di seguire alcuni piccoli accorgimenti. Il primo consiste nel non allontanarsi per troppo tempo quando usciamo le prime volte, in questo modo il vostro cucciolo potrà abituarsi gradatamente al distacco. Un altra cosa molto importante è di non iniziare una ramanzina di 1 ora quando state per uscire, se riempirete il vostro cucciolo di carezze ed attenzioni non farete altro che aumentare il suo stato d’ansia. Limitatevi a dire semplicemente “Torno subito, fai il bravo“, nello stesso modo in cui avvisate il vostro partner quando dovete uscire per una commissione veloce, siamo sicuri che non l’abbracciate per almeno mezzora prima di andare!

Passiamo ora alla parte più difficile! Al vostro rientro in casa, se vedete il vostro cane che vi fa le feste, cercate nei limiti del possibile, di ignorarlo, solo una volta che si sarà calmato potrete chiamarlo e fargli tante coccole! Infine, se quando voi non ci siete il vostro cane distrugge casa, al vostro ritorno dovrete portare pazienza, rimboccarvi le maniche e sistemare i suoi casini senza sgridarlo. Questo perchè il vostro cane non collega le sue marachelle alla sgridata, tutt’altro! Associa il disastro che ha combinato al vostro rientro!

Se nonostante tutti questi consigli, il cane solo in casa continua a piangere, distruggervi l’abitazione o abbaiare di continuo in condominio, come già anticipato, non rimane che rivolgersi ad un bravo comportamentalista al fine di correggere il problema!