Polpette avvelenate per cani | Come difendersi dai bocconi avvelenati!

polpette avvelenate per cani

I casi di polpette avvelenate per cani sembrano essere all’ordine del giorno; sono sempre di più gli articoli di cronaca con i famigerati bocconi avvelenati presenti nel titolo. Sempre più persone, sostanzialmente cattive nell’animo, non tollerano i cani al punto da volerli morti. Le ragioni malvagie per cui lo fanno sono sempre le stesse: i cani sporcano, abbaiano ecc… Scopriamo come difendersi dai bocconi avvelenati e prevenire il verificarsi di queste tragedie!

Polpette avvelenate per cani, come difendersi?

Grazie all’intelligenza dei nostri cani, possiamo prevenire molti casi di avvelenamento, l’unica cosa che dovremo fare è insegnare al cane a non mangiare i bocconi dati dagli sconosciuti. Per riuscire in questo addestramento, è ovvio che alla base dovremo avere un ottimo rapporto con il nostro amico a quattro zampe! L’ideale sarebbe arrivare ad un livello dove il cane aspetta il vostro consenso per mangiare.

Alla base di questi insegnamenti vi è il cosiddetto sbloccaggio: si tratta di un esercizio legato ad un “comando” grazie al quale date il permesso al vostro cane di fare qualcosa. E’ facile intuire, che se il vostro cane aspetta il vostro permesso per mangiare, sarà possibile insegnargli a fare lo stesso di fronte a qualsiasi qualcosa di “mangereccio” che trova per strada o nel vostro giardino! E’ possibile addestrare un cane a non mangiare da estranei dopo circa gli otto mesi di vita, si tratta di un’età media indicativa, utile come riferimento generale per tutte le razze canine.

bocconi avvelenati per cani

Come addestrare un cane a non mangiare da estranei

In queste poche righe ci sarà davvero difficile fornirvi istruzioni dettagliate su come insegnare al cane a rifiutare i bocconi avvelenati. Ogni peloso è un caso a sè, ma grazie ai nostri piccoli consigli sarete sicuramente già a un ottimo punto di partenza! In primis dovrete sempre cercare di dosare correttamente le quantità di cibo che date al vostro peloso. Dovrete evitare anche tutti i fuori pasto, ad eccezione dei premietti di addestramento. Se vengono a trovarvi amici e parenti vietate categoricamente di dargli da mangiare al vostro cane. Infine non permettetegli mai e poi mai di raccogliere cibo da terra. Se nota qualcosa di interessante, pronunciate un “no” secco facendogli capire che non si deve avvicinare. Una volta che tornerà da voi ignorando l’oggetto/boccone premiatelo!

come addestrare un cane a non mangiare da estranei

Per quanto riguarda i cani in giardino, esistono dei vecchi trucchetti! Stiamo parlando dei classici bocconcini riempiti con qualcosa che al cane non piace, come ad esempio il limone. Nascondete quindi in giardino un boccone con uno spicchio di limone, in modo che il cane quando lo metterà in bocca, lo sputerà subito. Se il nostro amico a quattro zampe associerà il boccone in giardino a qualcosa di sgradevole, state pur certi, che si guarderà bene in futuro ad avventarsi su delle polpette avvelenate per cani. Se avete difficoltà, fatevi seguire da un bravo educatore cinofilo, che conosca bene le tecniche idonee per favorire l’associazione boccone a qualcosa di particolarmente sgradito al vostro amico. In ogni caso tenete sempre gli occhi ben aperti!