Svezzamento cani: quando iniziare e come svezzare un cucciolo

svezzamento cani

Svezzamento cani: tanti utili consigli per lo svezzamento dei cuccioli! Vediamo quando iniziare lo schema di svezzamento e come svezzare un cucciolo nel modo corretto!

Svezzamento cani, quando inizia? Come iniziare lo svezzamento

Prima di tutto vogliamo ricordarvi che lo svezzamento naturale dei cuccioli è una delle fasi più importanti nella vita di un cane. Il cucciolo si nutre del latte materno fino alle prime 3/4 settimane di vita, se quest’ultimo non è sufficiente, spesso si ricorre anche ad integrare nell’alimentazione del cucciolo del latte in polvere per cani. Importante! Non usate mai e poi mai il latte di mucca, visto che potrebbe causare diarrea al vostro cucciolo.

In linea generale è la natura a stabilire quando i cuccioli sono pronti per lo svezzamento, generalmente dopo le prime tre settimane di vita i cuccioli cominceranno ad interessarsi alla ciotola della mamma. Spesso è proprio quest’ultima che condivide il suo cibo con i cuccioli, visto che i primi dentini possono farle male alle mammelle. Arrivati a questo punto si possono seguire due strade, la prima consiste nel coprire la quarta settimana con del latte in polvere, la seconda è procedere con uno svezzamento cani accellerato. Per capire quale sia la strada migliore da prendere, seguire il consiglio di un medico veterinario è sempre la cosa migliore.

svezzamento cuccioli cane

Svezzamento cani cuccioli | Come svezzare un cucciolo

Una volta entrati nella fase di svezzamento, occorrerà offrire ai cuccioli degli alimenti morbidi. Anche le crocchette puppy ammorbidite con dell’acqua vanno benissimo! Come sempre, anche in questi casi, affiancarsi ad un parere veterinario è sempre la cosa migliore, inoltre dovrete osservare se il cucciolo prende peso, se piange e se è abbastanza attivo nei movimenti.

Si consiglia di tenere un calendario per lo svezzamento dei cani, potete ad esempio prendere un quadernetto e segnarvi un vero e proprio programma di svezzamento passo dopo passo, monitorando i progressi di ogni signolo cucciolo. Se il cucciolo non vuole mangiare, a volte si tratta solo di un pò di diffidenza, avvicinatevi lentamente e fategli annusare la pappa, vedrete che non appena avrà preso confidenza mangerà tranquillamente.

Entrati nella sesta settimana, lo svezzamento dei cuccioli dovebbe essere terminato, vedrete che il vostro cane mangerà tranquillamente il cibo che gli offrirete nella sua ciotolina. Ricordatevi che inizialmente i cuccioli bevono poco, ma non per questo dovrete sostiutire l’acqua con del latte al fine di incentivarli a bere di più. I nostri amici a quattro zampe hanno un’elevata capacità di assorbire acqua dai cibi, soprattutto se seguono un’alimentazione per cani casalinga o mangiano scatolette contenenti cibo umido per cani. Quindi non vi preoccupate troppo sotto questo aspetto, vediamo piuttosto come alimentare un cucciolo.

alimentazione cucciolo cane

Svezzamento cuccioli e alimentazione

Innanzitutto è preferibile dare da mangiare al cucciolo, quando il nostro piccolo amico è calmo e tranquillo. Una volta che gli darete da mangiare è sempre preferibile allontanarsi e lasciarlo mangiare con calma, se non lo farete, una volta adulto potrebbe pretendere la vostra compagnia fino a quando non avrà ultimato il suo pranzo. La ciotola dell’acqua dovrà essere sempre a sua disposizione, soprattutto se seguite un’alimentazione a base di crocchette. Al contrario la ciotolina del cibo non deve rappresentare un “buffet” sempre a sua disposizione, una volta che avrà finito di mangiare, toglietela e riponetela in un posto dove non può vederla; ricordatevi che il controllo sul cibo lo dovrete sempre avere voi e non lui!

Se vi state chiedendo quante volte al giorno deve mangiare un cucciolo, ricordatevi che rispetto agli adulti è sempre preferibile che mangino poco ma spesso, 4 o 5 volte al giorno sarebbe l’ideale! Infine ricordatevi di evitare i fuori pasto, quindi niente biscottini e premietti vari, almeno nel primo periodo, essendo più gustosi del classico cibo per cani, è molto probabile che rifiuti quest’ultimo per mangiare solo i premietti. A proposito di buon gusto, se i cuccioli non mangiano le crocchette, provate ad insaporirle con qualche cucchiaio di cibo umido o con dei pezzettini di pollo o di tacchino, ed evitate di cambiare gusti e marche troppo velocemente. I nostri amici sono animali abitudinari, cambiando alimentazione di continuo rischierete di predisporre il cucciolo a patologie gastroenteriche.