Pedigree del cane: Che cos’è il pedigree ENCI e a cosa serve

pedigree cane

Talvolta è sufficiente collegarsi al nostro social network preferito per ritrovarsi in contatto con delle persone in cerca di un cucciolo che sottolineano espressamente di non essere interessate al pedigree del cane… Regolarmente, se la pagina o il gruppo, tratta cani di razza iniziano dibattiti infiniti, con toni decisamenti aggressivi nei confronti dell’utente poco informato… Ma perchè questo accade? Che cos’è il pedigree ENCI, a cosa serve e soprattutto perchè è così importante? Scopriamolo insieme!

Perchè il pedigree dei cani di razza è importante

Al mondo si sa… di mele marce ce ne sono davvero tante! Davanti a queste richieste, molti dog lovers si arrabbiano, sia chiaro… non perchè hanno qualcosa contro di voi personalmente, ma proprio perchè conoscono alcune dinamiche nel “sottobosco” del mondo canino. Difatti sono proprio queste richieste che favoriscono gli allevamenti abusivi gestiti da delinquenti, che lucrano non solo sui cani di razza, ma addirittura, in alcuni casi, rubano i cani ai loro legittimi proprietari per gli accoppiamenti e gioiscono sull’ignoranza di quelle persone che vogliono il cane di razza senza pedigree per risparmiare.

cos'è il pedigree

Per chi non lo sapesse, quando si leggono titoli di cronaca riguardanti il fermo di camion carichi di cuccioli di razza in condizioni pietose; si sta proprio parlando degli allevamenti abusivi che operano nella vendita di cuccioli. Mercato illegale, alimentato proprio da tutte quelle persone poco informate, a cui non interessa il pedigree o se interessa ci vogliono spendere poco, al punto d’acquistarlo contraffatto. In relazione a questo caso appena descritto, ne possiamo fare anche molti altri; alcuni meno drammatici, ma comunque sempre volti a prendere in giro il prossimo.

cane di razza senza pedigree

Che cos’è il pedigree enci?

Prima di tutto cerchiamo di capire che cos’è il pedigree… Il pedigree del cane è un certificato di iscrizione ai Libri Genealogici emesso dall’ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana). Su di esso vengono trascritti i dati identificativi del cane, la razza canina di appartenenza, la genealogia e i dati anagrafici del proprietario e/o dell’allevatore.

Il pedigree del cane permette quindi di sapere la data di nascita, i genitori, i nonni, i bisnonni, i trisnonni; e chi di questi è stato un cane campione di bellezza o di lavoro, in Italia o all’estero. Il tutto viene poi registrato nel database dei pedigree dell’anagrafe canina. In Italia il pedigree canino non dice niente di più a differenza di quelli esteri che invece riportano molte altre informazioni.

Si può dire che oggi, il pedigree italiano, così come è stato pensato, non rappresenta un vero e proprio certificato zootecnicamente utile; in quanto l’ENCI non riesce a fare tutti i controlli necessari per garantire la veridicità dei dati trasmessi dagli allevatori. Malgrado ciò il pedigree del cane, quando non è frutto di imbrogli è un documento importantissimo.

pedigree enci

A cosa serve il pedigree del cane?

Innanzitutto, ci teniamo a sottolineare, che il pedigree del cane non è un certificato di nobiltà; ossia che rende meno “nobile” il cane che non lo ha. La differenza tra i due, cane con pedigree e senza, è che il primo potrà partecipare alle manifestazioni di bellezza, esposizioni canine, ecc. quello senza non troverà invece nessun allevatore o privato serio che accetterà di farlo riprodurre; in quanto anche se morfologicamente di razza, non è accertato che la linea genetica sia quella giusta. E’ capitato infatti che allevatori o gente senza scrupoli abbiano venduto dei cani che ad occhio apparivano di razza pura ma che in realtà provenivano da incroci appartenenti a razze canine diverse.

Chi ha qualche rudimento di genetica sa perfettamente che può accadere che da un incrocio nasca un cane molto simile alla razza di uno dei due genitori; all’apparenza però, perché alla generazione successiva l’incrocio tra i due cani uscirà sicuramente fuori. Il pedigree del cane dovrebbe fare da garanzia sulla selezione, e certificare che quel cucciolo, ipoteticamente, è un pastore tedesco perché lo sono o lo erano i suoi genitori, i suoi nonni, i suoi bisnonni e i suoi trisnonni. Senza questa certificazione, un pastore tedesco all’apparenza puro di razza, potrebbe avere come nonni un alano, un collie o chissà quale incrocio tra razze ormai neanche più individuabili.

pedigree del cane

Pedigree del cane: Considerazioni finali

Concludendo, se proprio volete prendervi un cane di razza senza pedigree, abbiate almeno la decenza di evitare di farlo accoppiare; in quanto potreste imbattervi in brutte sorprese, visto che nessuno può garantire che i cuccioli siano di razza pura a monte. Altrimenti, nel dubbio, sia per una questione etica che di portafoglio, desistete e ricordatevi di tutti quei bellissimi cani meticci che non hanno proprio nulla da invidiare ai cani di razza.

Se proprio vi siete innamorati di una razza canina in particolare; invece di comprare il cucciolo da persone poco fidate o che non conoscete affatto, rivolgetevi ad allevamenti di cani seri o alle associazioni rescue. Troverete infatti un’infinità di cani di razza con o senza pedigree che vengono dati via per le più svariate ragioni; tra le quali l’incapacità di saper gestire determinate caratteristiche della razza canina che inizialmente sembravano perfette per la famiglia.