Australian Shepherd carattere e informazioni sul pastore australiano

australian shepherd

Alla scoperta del bellissimo Australian Shepherd, il cane da pastore australiano! Contrariamente a quello che potrebbe far pensare il suo nome, le sue origini non sono Australiane, bensì statunitensi! Ripercorriamo insieme la sua storia, scopriamo il carattere dell’Australian Shepherd, il suo standard di razza e molte altre informazioni e curiosità sul pastore australiano!

Origini e storia dell’Australian Shepherd

Tra la fine del XIX e gli inizi del XX gli antenati dell’australian shepherd giunsero negli States subito dopo i pastori baschi. Tra questi ricordiamo il Pastor Vasco (Euskal artzain txakurra) e lo Smithfield, una razza canina non riconosciuta che deve le sue origini a diversi incroci ad opera dei pastori australiani. Proprio per questo motivo, l’australian shepherd deve il suo nome all’Australia.

Il Pastore Basco è un cane originario del nord ovest della Spagna. Non è una razza canina riconosciuta e pare che sia un quattro zampe davvero antico, alcuni resti scheletrici di questo esemplare sono stati rinvenuti in alcune grotte dell’epoca neolitica! Proprio come l’australian shepherd è un cane da pastore, di taglia media e diffuso solamente nei Paesi Baschi. Lo Smithfield invece è originario di Londra, la razza approdò in Australia durante il periodo coloniale e deriva da diversi incroci tra vari tipi di collie. Purtroppo nel grande continente dell’Oceania, viste le enormi distense dei pascoli, questa razza canina non possedeva le caratteristiche più idonee per svolgere il ruolo di cane da pastore e per questo motivo ad oggi è quasi estinto nel Continente, ad eccezione della Tasmania dove è ancora oggi utilizzato per la cura del bestiame.

Nel 1957, in Arizona, venne fondato il primo club storico, l’Australian Shepherd Club of America (ASCA), quest’ultimo, qualche anno più tardi, ovvero nel 1963, ufficializzò il primo standard di razza. Sembrerebbe che tra l’ASCA e il Kennel Club Americano (AKC) non sia mai scorso buon sangue, difatti ancora ad oggi, lo storico club dell’australian shepherd è indipendente e non riconosciuto dall’AKC; di conseguenza, tutti i paesi dell’FCI (Italia compresa) si adattano allo standard ufficiale redatto nel 1991 dall’United States Australian Shepherd Association (USASA), l’unico attualmente riconosciuto dal Kennel Club Americano.pastore australiano

Standard di razza Australian Shepherd

L’Australian shepherd è un cane agile e intelligente, infatti è un vero campione nelle gare di agility dog, sheepdog ed altri sport cinofili. Questa razza canina può nascere con una coda lunga circa 10cm, in tal caso viene chiamato NBT. In passato, se la coda era leggermente più lunga veniva amputata onde evitare gravi e dolorosissime lesioni all’appendice caudale, oggi questa pratica è severamente vietata in diversi Paesi. E’ nostro dovere ricordare che è altamente sconsigliato far accoppiare due soggetti NBT, visto che può portare gravi malformazioni, al contrario se fate accoppiare un soggetto NBT, con un soggetto coda integra, non si avranno problemi di sorta.

I colori dell’Australian shepherd sono il nero e il marrone (solidi o tricolore), il blue merle e il red merle. Lo standard di razza non ammette le sfumature come il giallo, il blu e il lilac. Il colore bianco è ammesso solo sul petto, sulle zampe, le parti inferiori del muso, il collo e la testa, in ogni caso non deve mai predominare. Le orecchie e gli occhi non pigmentati potrebbero causare seri problemi di cecità e sordità, per questo motivo gli occhi del cane devono essere completamente circondati da colore e pigmento. Con l’età l’Australian shepherd blue merle e l’Australian shepherd red merle potrebbero diventare di un colore più scuro.

cuccioli pastore australiano

Cura del cane Australian Shepherd, alimentazione

Il pastore australiano è un cane molto robusto che non richiede cure particolari. Dovremo comunque fare sempre attenzione alla cura del pelo spazzolandolo periodicamente, controllando sempre che non ci siano parassiti esterni come pulci e zecche. Purtroppo la razza canina è soggetta a malattie ereditare, come la displasia del gomito, dell’anca e l’oculopatia, alcuni soggetti dopo i 3 anni possono accusare anche di epilessia. Oltre a non far accoppiare due soggetti NBT, si sconsiglia di fare accoppiare anche un blue merle con un red merle, infatti in una cucciolata di questo tipo si avrà il 25% dei piccoli quasi completamente bianchi e con il contorno degli occhi senza pigmento, che come abbiamo appena anticipato porta problemi alla vista e all’udito.

Per quanto riguarda l’alimentazione dell’australian shepherd, non dovrete preoccuparvi più di quel tanto, è un cane molto rustico senza esigenze particolari, ovviamente una dieta sana ed equilibrata non può far altro che giovare alla sua salute.

carattere australian shepherd

Australian Shepherd carattere

Oltre ad essere un cane sportivo e ricco di vitalità è un cane intelligente e facile da addestrare, nonchè un magnifico cane da compagnia. Se notate alcune foto del pastore australiano, scommettiamo che riusciranno a strapparvi un sorriso, infatti l’australian shepherd viene anche soprannominato il “Cane che sorride” questo perchè è abituato ad alzare gli angoli della bocca per mostrare i denti in segno di benvenuto. In famiglia è un cane adatto ai bambini, con i quali gioca tranquillamente, inoltre se avete in casa un altro animale domestico è davvero raro che lo vedrete litigare con lui, soprattutto se è un altro cane, visto che adora stare con i suoi simili.

Essendo un cane da lavoro, ovviamente ha bisogno di sfogare il più possibile le sue energie, quindi è particolarmente sconsigliato a persone pigre o molto indaffarate che non possono dedicargli le giuste attenzioni. Se vi piace praticare il dog trekking, un pastore australiano è l’ideale per accompagnarvi nei vostri percorsi in montagna!

allevamento australian shepherd

Allevamento Australian Shepherd, prezzo

Visti tutti i problemi legati all’accoppiamento di due esemplari NBT o di due esemplari Merle, vi consigliamo di rivolgervi solo ed esclusivamente ad allevamenti di australian shepherd altamente qualificati. L’allevatore dovrà essere in grado di fornirvi per entrambi i genitori, le lastre ai gomiti e alle anche, un test del DNA per HSF4, PRA e CEA, l’esito di una visita agli occhi non superiore ai 120 gg e il pedigree. Il cucciolo invece dovrà essere vaccinato, sverminato, avere il libretto sanitario, essere stato sottoposto alla visita oculistica SOVI e ovviamente avere il microchip e il Pedigree.

Dubitiamo fortemente che su internet potrete trovare in qualche annuncio qualcuno in grado di fornirvi tutte queste cose così importanti per un acquisto sicuro. Per quanto invece riguarda il prezzo di un cucciolo di Australian Shepherd possiamo anticiparvi che generalmente varia dai 400 ai 700€; calcolando tutte le pratiche che dovrebbe svolgere un allevatore al fine di escludere le malattie ereditarie, non è neanche un prezzo così eccessivo!