Boston terrier carattere e informazioni sulla razza canina

Boston terrier

Parliamo del Boston Terrier, cane conosciutissimo in Italia e vero protagonista negli Stati Uniti d’America. Ricostruiamo la sua storia e descriviamo nei dettagli sia l’aspetto fisico che quello caratteriale, appoggiandoci allo standard di razza.

Origini e Storia del Boston Terrier

Nato in America, e più precisamente a Boston, com’è facile capire, il Boston Terrier è figlio di lontani incroci appositamente cercati per creare cani da combattimento. Fra le prime razze utilizzate spicca il Bulldog, incrociato a piccoli terrier locali da cui nacquero i primi esemplari che oggi conosciamo come Bull terrier e Pitt Bull terrier. La significativa svolta per la razza avvenne nel 1865, quando Mr. Robert C. Cooper, abitante bostoniano, acquistò un maschio di nome Judge. Circa 15 kg di peso, orecchie a conchiglia e coda uncinata, presentava singolari macchie nere sul collo bianco e una corporatura molto ben proporzionata.

Cooper decise di incrociare Judge con Gyp, una cagnolina appartenente all’ormai estinta razza White English Terrier; Gyp era fisicamente molto compatta, caratterizzata da una testa corta e quadrata. Ne nacque Eph, morfologicamente identico al padre ma con le dimensioni della madre e un manto tigrato e chiazzato di bianco. Eph venne ancora incrociato con Kate, una cagnolina dal manto dorato e tigrato, con testa corta e piatta e coda dritta. Il risultato fu finalmente Tom, piccolo esemplare tigrato scuro con macchia bianca sul petto, sulle zampe e sul muso, circa 10 kg di peso e una corta coda uncinata. Tom fu il primo vero esemplare di Boston Terrier.

Nel 1891 quaranta allevatori tentarono di far riconoscere il primo club riguardante la razza, ma non fu possibile a causa della denominazione, American Bull terrier, già esistente. A quel punto tale James Watson suggerì di cambiare il nome in Boston Terrier club, e nel 1893 venne finalmente riconosciuto dall’American Kennel Club. Venne subito redatto il primo standard, modificato negli anni ’20 per definire meglio la questione del colore. Nel 1979 il Governo del Massachussets riconobbe nel Boston Terrier la razza ufficiale dello Stato.

Boston terrier prezzo

Standard di razza del Boston Terrier

Il Boston terrier è un cane di media taglia, dall’aspetto compatto ed elegante, che rispetta dei precisi e severi canoni imposti dallo standard riguardanti il colore del manto e l’espressione dello sguardo. Un maschio adulto raggiunge un’altezza di 43 cm al garrese, e viene classificato in leggero, medio o pesante a seconda del peso, che non deve essere in nessun caso superiore a 11,25 kg. Il torace è spalancato e profondo, il dorso corto e sostenuto, le costole cerchiate e lunghe. I reni sono molto muscolosi, la groppa è leggermente discesa e i fianchi appena rientrati. Nell’insieme l’aspetto deve essere compatto ma non tozzo né grossolano.

La testa è quadrata, la parte superiore del cranio è piatta e liscia; lo stop netto e il muso molto corto e dritto. Il tartufo è largo e nero. Gli occhi sono tondi e grandi, non particolarmente sporgenti; il colore è scuro e l’espressione deve necessariamente essere molto sveglia e trasmettere grande intelligenza. Le orecchie sono attaccate agli angoli del cranio, triangolari e ben erette. Talvolta vengono mozzate per uniformare le dimensioni all’aspetto generale della testa. Il collo è lungo e muscoloso, portato elegantemente inarcato. L’incasso con le spalle è perfetto. Gli arti sono di media lunghezza, ben fermi sull’ossatura tonda e muscolosi. I piedi sono piccoli e tondi, ben chiusi e molto duri.

La coda è attaccata in basso, corta e molto sottile sul finale; viene portata dritta o a uncino, mai sopra la linea del dorso. Il mantello deve essere formato da pelo liscio e corto, al tatto molto fine e alla vista brillante. I colori sono molto importanti, il Boston terrier è tigrato con macchie bianche, e per quanto venga tollerato anche a macchie bianche e nere, non è molto apprezzato. La tigratura è ben definita e di colore molto intenso; le macchie bianche devono essere posizionate su punti specifici e nelle giuste proporzioni con il tigrato.

Boston terrier cuccioli

Cura del cane Boston Terrier, alimentazione

Il Boston Terrier è un cane che, in generale, gode di buona salute ma talvolta può presentare problemi cardiaci, oculopatie e delicatezza nelle articolazioni. Per questo motivo è molto importante verificare lo stato di salute e il pedigree prima dell’acquisto. Il mantello si pulisce molto facilmente e non subisce la muta; l’alimentazione deve essere varia e molto misurata nelle dosi giornaliere.

Boston terrier carattere

Carattere del Boston terrier

Il Boston Terrier è un cane dallo splendido carattere, adatto a chiunque, anche a chi prende un cane per la prima volta. Vive benissimo in appartamento, e quindi può essere un cane di città, ma passa volentieri del tempo all’aria aperta. In famiglia è dolce, affettuoso, tenero con i bambini. Riesce ad essere un buon guardiano senza tuttavia abbaiare spesso. Ama essere coccolato ed interagire con il suo padrone, ma sa stare anche al suo posto senza disturbare, per questo motivo possiamo dire che il terrier di Boston è un cane adatto praticamente a tutti.

La sua educazione è facilitata dalla sua grande intelligenza, socializza bene anche con gli altri animali e non mostra tracce di aggressività; tuttavia non è un cane timido o insicuro, al contrario la sua calma e il suo equilibrio psichico derivano anche dalla naturale padronanza e sicurezza che il cane ha di sé, nonostante la piccola mole non teme niente e nessuno.

Boston terrier allevamento

Allevamento Boston Terrier, prezzo

Il Boston Terrier è un cane molto diffuso negli Stati Uniti d’America, ma anche in Italia conta un bel numero di esemplari. L’ENCI riconosce un buon numero di allevamenti specializzati; il prezzo di un cucciolo di Boston Terrier è compreso fra i 1.700 e i 2.000 euro. Non è una buona idea tentare un acquisto più economico tra privati, ed è consigliabile recarsi di persona nell’allevamento per vedere i genitori del cucciolo e controllare l’ambiente in cui sta crescendo.