Bracco ungherese a pelo duro, carattere e caratteristiche della razza

Bracco ungherese a pelo duro

Parliamo del bracco ungherese a pelo duro; scopriamo cosa lo contraddistingue nel fisico e quali sono le sue qualità caratteriali. Ma prima di ogni altra cosa scorriamo a grandi linee la sua storia partendo dalle origini che lo riguardano.

Origini e Storia del bracco ungherese a pelo duro

Il bracco ungherese a pelo duro ricorda lontanamente il Kurzhaar, ossia il cane da ferma tedesco a pelo corto. Le sue origini non sono lontanissime nel tempo, appartengono ai discendenti dei cani che migrarono verso occidente con i popoli indoeuropei, diretti verso le terre del Danubio. Come il bracco ungherese a pelo corto, veniva utilizzato per guidare le mandrie e per cacciare durante le migrazioni; tuttavia, al contrario di quest’ultimo, il bracco ungherese a pelo duro ha una storia nota, che comincia negli anni trenta attracerso l’incrocio con il Drahthaar. In Ungheria è molto ben diffuso, come negli Stati Uniti d’America, dove è famoso fin dagli inizi del ‘900. In Italia si contano un buon numero di esemplari, anch’esso importato dall’appassionata cinofila Jolanda di Savoia.

Bracco ungherese a pelo duro carattere

Standard di razza del bracco ungherese a pelo duro

Il bracco ungherese a pelo duro è un cane di taglia media, ottimamente strutturato sia nell’ossatura che nella muscolatura. Nonostante lo standard riporti delle misure massime, che sono, per quanto riguarda l’altezza, 62 cm al garrese in un maschio adulto per 30 kg di peso, quello che conta davvero è l’armonia delle forme e l’equilibrio dell’immagine. Il tronco è allungato e tonico, la groppa arrotondata e solida discende verso la coda. Il torace è moderatamente aperto e ben disceso fino al gomito; le costole sono arcuate senza eccessi. Il collo ha una lunghezza regolare e una buona tornitura, il profilo è inarcato e mancante di giogaia; l’inserimento nel torace è ottimo, con buona mobilità.

Zampe, coda e Testa

Le zampe sono lunghe e dritte, perpendicolari al terreno. L’ossatura è massiccia, i muscoli sodi e bene evidenti nella parte superiore. I piedi leggermente ovali sono ben chiusi, con dita forti che permettono grande presa sul terreno. La coda è inserita in basso, ha una radice ampia che si assottiglia verso il finale. Viene portata tesa e leggermente curvata verso l’alto, talvolta purtroppo amputata ad un terzo della lunghezza. La testa è proporzionata al corpo, il profilo asciutto ed elegante. Il cranio è largo e appiattito fra le orecchie, lo stop moderato; il muso si sviluppa in larghezza, con lineamenti ben definiti.

Occhi, orecchie e altre caratteristiche del Bracco ungherese

Il tartufo è grande e molto aperto, color carne. Gli occhi sono ovali e di media grandezza, fra di loro sono distanti ed allineati. Il colore è in armonia con il mantello, preferibilmente di un tono più scuro. Le orecchie sono attaccate basse e arretrate sul cranio, la base è larga e la forma è quella di una V dal finale arrotondato. La particolarità di questo bracco ungherese è indubbiamente il pelo, che ricopre un sottopelo fitto e corto. Sul dorso e sulle parti più estese del corpo il pelo è lungo fra i 2 e i 4 cm, aderente al corpo e al tatto particolarmente ruvido e duro. Su testa, orecchie, zampe e muso il pelo è corto e secco, quasi crespo; sotto il mento forma una barbetta asciutta e ispida al tatto. Il colore ufficiale è il fulvo-sabia, anche con qualche piccola e localizzata macchietta bianca.

Cura del bracco ungherese a pelo duro, alimentazione

La salute del bracco ungherese a pelo duro è ottima, senza nessuna predisposizione a malattie; si nutre con una dieta semplice e ben calibrata e possiede un pelo di facile pulizia, che va spazzolato almeno una volta a settimana.

Bracco ungherese a pelo duro allevamento

Carattere del bracco ungherese a pelo duro

Il bracco ungherese a pelo duro è un cane eccellente, dotato di un equilibrio psico fisico che fa invidia a qualsiasi altra razza esistente. Il suo carattere è dolce e affettuoso, molto calmo e nello stesso tempo giocoso. Nel suo mestiere, quello del cacciatore, è agile e veloce, non al livello del Kurahaar ma comunque un buon compagno. Perfetto su qualsiasi terreno e a qualunque temperatura, il bracco ungherese a pelo duro è anche un ottimo cane da ferma e un grande riportatore. Affidabile e intelligente, si relaziona molto bene con le persone e si affeziona fortemente al suo padrone, con il quale stabilisce un rapporto basato sulla fiducia e sull’affidabilità.

Allevamento bracco ungherese a pelo duro, prezzo

Il bracco ungherese a pelo duro è un cane che si educa con semplicità, poiché possiede una buona intelligenza accompagnata dalla capacità di apprendere e mettere in pratica comandi. Non c’è bisogno di un metodo particolare, l’importante è essere costanti nell’imporre regole, dimostrare affetto al cane e non utilizzare mai metodi violenti. In Italia, il bracco ungherese a pelo duro è ben diffuso, e sarà sufficiente chiamare uno degli allevamenti riconosciuti dall’ENCI per avere informazioni riguardo ai costi e alla disponiilità di esemplari al momento.