Cane carlino carattere e caratteristiche della razza canina

cane carlino

Il cane carlino, o pug in inglese, è una razza canina riconosciuta dalla FCI ed è un simpaticissimo cane da compagnia! Scopriamo il suo standard di razza, il carattere del carlino, le sue origini, e altre curiosità su una delle razze di cani più amate al mondo!

Origini e storia del cane carlino

La razza carlino nasce in Cina circa 3000 anni fa, anche se il Giappone rivendica la variante del carlino nero. Il piccolo molosso è rappresentato in molte opere d’arte che raffigurano un cane leggendario chiamato cane di Foo, il guardiano potente e maligno dei templi. Quando i due cani vengono rappresentati in coppia, il cane di sinistra tiene sotto la zampa una sfera come simbolo di potere, mentre il cane di destra protegge un cucciolo. Tra le molte leggende, si narra anche, che le rughe sulla fronte formerebbero un ideogramma denominato Diamante, in riferimento alla pietra preziosa simbolo dell’imperatore.

In Europa, e più precisamente in Olanda, il carlino giunse attraverso la Compagnia Olandese delle Indie. In Italia invece, le prime tracce della razza, risalgono all’epoca romana per poi perdersi durante tutto il medioevo. Ricomparirà solamente verso l’XI secolo a Milano, presso il museo del Duomo, dove è infatti esposta un scultura raffigurante la testa di un carlino, opera dello scultore toscano Tino di Camaino (1285-1337).

razza carlino

Standard di razza carlino

Il carlino, appartiene alle razze di cani molossi e ha un’aspetto molto simile al bulldog inglese, ma più piccolo. Il cane, mentre respira, emette un rantolio molto simile a quello degli asmatici, ed è una caratteristica propria dei cani con il muso schiacciato. Questa conformazione lo rende particolarmente sensibile agli sforzi eccessivi e alle alte temperature. Nonostante tutto, il cane carlino presenta un aspetto molto robusto, anche se quando cammina ha un’andatura un pò dondolante.

Il pelo del carlino è corto, liscio e molto lucente, soprattutto se l’alimentazione del cane è sana ed equilibrata. La testa è rotonda, con il muso schiacciato e il naso nero e sporgente. Le orecchie sono piccole e molto soffici al tatto; gli occhi invece sono davvero espressivi, grossi e sporgenti. La coda invece è arricciata, proprio come quella di un maialino! I colori del carlino riconosciuti sono quattro: nero, fulvo, argento e albicocca.

Il carlino maschio è leggermente più grande della femmina, l’altezza al garrese varia dai 25 ai 30 cm, mentre il peso dovrebbe rientrare tra i 6 e gli 8kg. La vita media di un cane carlino è di circa 13 anni per le femmine e 12 per i maschi, anni in cui il nostro piccolo amico ci regalerà delle gioie immense!

carlino alimentazione

Cura del cane carlino, alimentazione

Come appena anticipato, data la conformazione del muso, il carlino è un cane molto delicato, dovremo prestargli particolare attenzione specialmente durante i periodi più caldi. Ad esempio, in estate, è preferibile tenere il carlino in casa e al fresco, limitando la sua attività fisica al fine di scongiurare il rischio di un colpo di calore. Allo stesso modo, bisognerà prestare molta attenzione all’alimentazione del carlino! Ricordiamoci che è un cane che tende molto ad ingrassare, di conseguenza, la sua dieta dovrà essere rigorosamente sana e bilanciata!

Anche il pelo e la pelle del cane sono molto delicati, sono soggetti ad infezioni cutanee, quindi la pulizia è molto importante. Inoltre bisogna stare attenti anche agli occhi, visto che soffre di congiuntivite. Purtroppo i problemi non sono ancora finiti… il nostro sfortunato amico soffre anche di displasia dell’anca e problemi respiratori durante il sonno e stati di eccitazione. Difatti, il cane carlino, quando è particolarmente infastidito per qualcosa, tende a “starnutire al contrario” irritando la gola. Se vedete il vostro cane starnutire in quello strano modo, massaggiategli delicatamente il collo sotto il muso, al fine di aiutarlo nella respirazione.

Infine la malattia più temuta nei cani carlini è la meningoencefalite (anche i cani maltesi ne sono affetti), questa bruttissima malattia porta rapidamente alla morte in seguito ad una serie di convulsioni nel cane.

carlino carattere

Cane carlino carattere

Il carlino è un cane fantastico, simpaticissimo e molto affettuoso, proprio per questo motivo necessita di una famiglia che lo tratti come un vero e proprio membro della famiglia. E’ fedelissimo al padrone ed è un cane geloso in presenza di altri animali domestici, nonostante questo non è mai comunque agressivo. Il carattere del carlino è molto vivace, vista la sua esuberanza si stanca anche facilmente e tende a prendersi lunghi momenti di relax. Detto questo è un cane per molti ma non per tutti, vediamo perchè:

  • La razza carlino è stata selezionata 3000 anni fa come cane da compagnia e quindi per stare sempre vicino al padrone (pensate a Maria Antonietta, non l’ha abbandonata nemmeno sul patibolo);
  • Il carlino è un cane da appartamento;
  • I carlini non possono venire con voi a correre (dog running), né vi possono correre dietro quando andate in bicicletta, le loro caratteristiche fisiche nonché respiratorie non lo consentono;
  • Il cane carlino richiede specifiche cure in quanto è soggetto a molte patologie legate alla razza;
  • Il carlino perde pelo malgrado sia corto;
  • I carlini non sono nella top list dei cani adatti ai bambini, soprattutto se molto piccoli, i suoi occhi sono delicatissimi e una ditata potrebbe provocare dei seri problemi;
  • I carlini (come tutti i cani, chi più chi meno) dopo i tre anni si danno una calmata, ma nei primi anni di vita sono davvero molto vivaci, quindi ricordatevi che i cuccioli di carlino richiedono continue attenzioni!

allevamento carlino

Allevamento carlino, cuccioli

Considerando quello che abbiamo appena detto, se pensate che il carlino sia il cane più adatto a voi, vediamo di dare qualche consiglio riguardo i cuccioli. Prima di tutto vogliamo ricordare, ancora una volta, che il carlino è un cane davvero delicato, quindi si consiglia di acquistare il cucciolo esclusivamente in un allevamento specializzato. Detto questo, sappiate che primi giorni sono bellissimi ma anche ricchi di agitazione, per il cucciolo di carlino il primo impatto con il nuovo ambiente può essere traumatico, quindi prima del suo arrivo in casa sarà il caso di preparare un’accoglienza che si rispetti.

Dovremo quindi preparare un cuscino o una cuccia morbida dove farlo sentire al sicuro, tanti giocattoli per cani per farlo giocare e scegliere un posto tranquillo dove farlo mangiare. Non dimenticate poi una ciotola con acqua fresca a sua disposizione, i cuccioli di carlino sono vivacissimi e hanno quindi bisogno di bere molto quando si affaticano. La vivacità del carlino non sempre è divertente per il dog lover, quindi armatevi di tanta pazienza e non arrabbiatevi troppo se troverete qualche mobile un po’ “mangiucchiato” dal vostro nuovo ospite.

Per il resto è un cane straordinario, ma è importante ricordare che molte persone non conoscendo né le caratteristiche del carlino né se stesse, hanno scelto di prenderne uno per poi darlo via in un periodo medio lungo. Se siete quindi intenzionati a comprare un carlino, vi consigliamo di ricercare in primis tra i carlini in adozione nei carlino rescue di tutta Italia.

carlini famosi

Carlini cani famosi!

Tra i cani carlini più famosi troviamo Wang To posseduto da un membro del Consiglio del Regno di Hsi Tsoong, durante la dinastia Tang. Un altro famosissimo cane carlino è Pompei: nel 1618 Sir Roger Williams, nel libro “Action in the Law Countries“, racconta la storia di Pompei che salvò la vita a Guglielmo III. Quando gli Olandesi furono attaccati di sorpresa dalle truppe spagnole, il suo fedele compagno abbaiò per avvertirlo e grazie ad esso riuscì a salvarsi la vita. Grazie a Pompei, il carlino divenne la razza canina ufficiale della casa degli Orange. L’effige di Pompei è scolpita sulla tomba di Guglielmo III nella cattedrale di Delft.

Tra i carlini famosi vi è anche quello della regina Maria Antonietta che non si è voluto separare da lei nemmeno di fronte alla ghigliottina. Un altro carlino famoso fu quello del Mahilof del duca di Enghien, che si lasciò morire sulla tomba del padrone giustiziato. La notizia fece così scalpore che Mahilof fu imbalsamato ed esposto nel museo di Rohan.

Infine non si può trascurare Frank, il carlino di Men in Back, un simpatico cagnolino alieno che parla prevalentemente di politica interstellare. Nei film è interpretato da un carlino addestrato di nome Mushu.