Pastore polacco di Vallèe carattere e informazioni sulla razza canina

pastore polacco

Conosciamo il cane da pastore polacco di Vallèe, conosciuto più semplicemente come pastore polacco di pianura. Scopriamo le particolarità del suo carattere, lo standard di razza che lo definisce alla perfezioni e la sua storia.

Origini e storia del pastore polacco di Vallèe

Non c’è niente a documentarlo, eppure si dice che il pastore di Vallèe abbia origini che risalgono all’età neolitica; periodo in cui giunse nella terra oggi conosciuta come Polonia al seguito dei pastori nomadi asiatici, che di fatto accompagnarono nel nostro continente quasi tutte la razze di cani da pastore a noi note.

La razza del pastore polacco è pressochè pura, niente e nessuno a contaminarla, grazie anche ai pastori indigeni che si occuparono di preservarla fin dal XVIII secolo. Nel 1900 la razza canina sfiorò l’estinzione, salvandosi solamente grazie a due aristocratiche Czetwertynska Grocholskae Rosa Zoltowska, che nel 1920 diedero vita al primo allevamento di pastore di Vallèe, utilizzando i pochi esemplari rimasti. Nel 1947 il primo standard di razza stabilì le caratteristiche che definivano il pastore polacco.

cane da pastore di vallee

Standard di razza del pastore di Vallèe

Il pastore di Vallèe, è un cane di taglia media che può raggiungere un peso di 17 kg per un altezza di 52 cm al garrese in un maschio adulto. Il busto può essere circoscritto in un rettangolo, il torace è aperto e molto muscoloso. Le zampe sono dritte e consentono un perfetto equilibrio al cane, la muscolatura è ben sviluppata e i piedi sono ovali con le dita ben chiuse. La coda è corta, qualche volta viene addirittura tagliata. Il collo è muscoloso e mantiene una testa di medie dimensioni, ricoperta da un folto pelo.

Il muso è proporzionato al cranio, con uno stop molto evidente, e termina in un tartufo piccolo e molto scuro. Le orecchie sono di media grandezza, larghe alla base e attaccate relativamente alte, gli occhi ovali color nocciola non sono mai sporgenti nè infossati. Il mantello è formato da un sottopelo morbido e molto spesso, ricoperto da un lungo pelo grossolano e villoso. Sono ammessi tutti i colori e tutti i tipi di macchia.

alimentazione pastore polacco

Cura del cane da pastore di Vallèe, alimentazione

Il mantello del pastore polacco richiede paticolare attenzione, va infatti spazzolato quotidianamente ed ha bisogno di una toelettatura completa due volte a settimana. Anche la dieta del cane polacco ha bisogno di essere seguita con attenzione; il pastore di Vallèe infatti tende ad ingrassare fisiologicamente, per questo motivo l’alimentazione del pastore polacco deve essere bilanciata e misurata.

carattere pastore polacco

Pastore di Vallèe carattere

Moderatamente vivace e intelligente, il pastore di Vallèe è una simatica e piacevole compagnia. Le maggiori doti però riguardano la sua capacità di percezione e la prontezza di riflessi che, nel suo paese, lo rendono molto adatto ad affiancare la polizia e la protezione civile; grazie al suo ottimo olfatto è molto utile anche nel ritrovamento delle persone sepolte dalle macerie.

Facilmente addestrabile, paziente con i bambini e sempre pronto ad eseguire gli ordini del padrone; il pastore polacco è molto adatto anche ad essere un cane da compagnia, che si adatta facilmente alla vita di appartamento purchè abbia uno spazio esterno e possa fare delle passeggiate gornaliere con il suo padrone.

Nella sua educazione è molto importante sapersi imporre come leader, per far si che diventi un compagno fedele e leale senza tuttavia soffocare la sua indole indipendente. Anche a causa della sua mole ridotta non è un buon cane da difesa nè da guardia, nonostante con gli estranei si mostri sempre diffidente. La sua particolare predisposizione all’attività fisica lo rende particolarmente temibile nelle gare di agility e flyball.

allevamento pastore polacco

Allevamento pastore polacco di Vallèe, prezzo

Il cucciolo di pastore polacco di Vallèe è vivace e temerario, passa volentieri del tempo con altri animali domestici ma non soffre comunque la solitudine. La sua educazione è importante fin dai primi giorni di vita, per poter sviluppare al meglio il suo carattere socievole e simpatico. Un cucciolo di pastore di Vallèe che ha la possobilità di crescere con dei bambini diventa un adulto protettivo e molto affezionato a tutta la sua famiglia; è bene però non dimenticare mai di imporre e far rispettare fin da subito la gerarchia in casa.

In Italia esistono pochissimi allevamenti e quantificare il prezzo di un pastore polacco non è facile; è molto importante affidarsi a persone competenti e serie evitando la compravendita basata sulla parola e gli esemplari senza pedigree.