Dalmata carattere e informazioni sulla razza canina croata

dalmata

Chi non ha visto il famoso film della Walt Disney “La carica dei 101”? Oggi parliamo proprio del bellissimo protagonista: il Dalmata. Scopriamo chi è e da dove proviene, ripercorriamo la sua storia cercando di ricostruire le sue complicate origini. Attraverso lo standard di razza descriviamo l’aspetto fisico e il suo particolare carattere, su cui tanto si vocifera.

Origini e storia dei cani dalmata

Il Dalmata è un cane famosissimo, facilmente riconoscibile e molto amato dai bambini proprio perchè protagonista di uno dei più famosi cartoni animati Walt Disney. Ma scoprire chi è veramente non è facile, poiché le sue origini lontanissime e nebulose hanno pochi riscontri documentati. Non si conosce esattamente la sua provenienza, ma si pensa che sia di origine croata, e più precisamente originario della Dalmazia. Non è possibile neanche collocarlo in un preciso spazio temporale, ma secondo gli studiosi, in base a dei riferimenti storici, il cane Dalmata sarebbe giunto in patria insieme ai popoli slavi durante l’invasione delle coste nord-orientali.

Alcuni dipinti fiamminghi del XVII secolo lo ritraggono al fianco dei cacciatori, e perfino un affresco di Andrea Bonaiuti risalente al XIV secolo lo incornicia nella Cappella degli Spagnoli, a Firenze. Il nome Dalmata, secondo fonti non ufficiali, deriva dalla somiglianza del suo mantello maculato con il leopardo, che è notoriamente il simbolo della Dalmazia, ma come abbiamo appena detto sono solo teorie, nessun documento chiarisce né le sue origini né quelle del suo nome.

foto dalmata

Standard di razza Dalmata

Il Dalmata è un cane di taglia media, che racchiude nel suo aspetto fisico robustezza, equilibrio e molta eleganza. Il disegno della sua struttura è morbido e senza spigolosità, perfettamente armonico. Un maschio adulto raggiunge un’altezza media di 61 cm al garrese, per un peso di circa 22 kg, una femmina un pochino meno. Il tronco è ben strutturato, dritto e possente, mentre il torace, alto e profondo, non è largo né particolarmente muscoloso. Il collo è lungo e delicato, nessun accenno di giogaia né muscoli particolarmente evidenti; sia il disegno che il portamento sono sofisticati e leggeri.

Le zampe sono ben sviluppate, aderenti al corpo e lunghe, con una buona muscolatura presente soprattutto in quelle posteriori. I piedi rotondi hanno un’ottima presa sul terreno, molto stabili. La coda è inserita a media altezza e ha una linea affusolata fin dalla radice, è lunga fino al garretto e viene portata bassa, con il finale arquato verso l’alto. La testa ha un disegno leggermente allungato, il cranio è moderatamente largo fra le orecchie e scende dolcemente verso lo stop marcato ma non aggressivo. Il muso è dritto, non troppo sottile e con una pelle molto aderente. Il tartufo deve essere nero o color fegato, a seconda delle macchie del mantello.

Gli occhi sono posti alla giusta distanza, tondi ma non sporgenti. Il colore può essere nero o ambra, bordati dello stesso colore, l’espressione è vivace e brillante. Le orecchie di media grandezza sono attaccate in alto, la base è ampia e il finale stondato. Vengono portate basse, aderenti alla testa, e al tatto sono finemente delicate. Il pelo è fittissimo e corto, al tatto duro e molto consistente, alla vista è brillante e lucido. Il colore di base del mantello è il bianco puro, e sono presenti numerose macchie nere o color fegato. Le macchie devono essere tonde e ben definite, non frapposte né sfumate, inoltre devono essere sparse su tutto il corpo, compresa testa, orecchie e coda. In prossimità delle estremità le macchie sono ugualmente nitide ma più piccine.

dalmata cuccioli

Cura del cane Dalmata, alimentazione

Nonostante il Dalmata sia un cane forte e robusto, la sua salute è delicata e vagamente problematica, partendo da una tendenza alla sordità congenita su una o su tutte e due le orecchie. Altra problematica legata alla salute del cane dalmata è la tiroide autoimmune e, più raramente, la displasia all’anca. Inoltre è dimostata la predisposizione del cane croato ai calcoli renali. L’alimentazione deve essere adeguatamente controllata, bilanciata e razionata. Il pelo è di facile pulitura, ma è importante che il cane sia ben nutrito perchè questo resti lucido e brillante.

dalmata carattere

Carattere Dalmata

Si pensa di frequente che il Dalmata abbia un carattere particolare e non adatto a tutti, alcuni lo definiscono disubbidiente e talvolta aggressivo. Mai convinzione è stata più errata, il Dalmata è un cane versatile, ottimo cacciatore ma anche perfetto cane da compagnia, con un carattere deciso e sicuro, il che lo rende talvolta dispettoso e birichino, ma anche molto affettuoso, vitale ed energico. Il suo rapporto con la famiglia che lo accoglie è radicato e profondo, basato sull’affetto ma anche sul reciproco rispetto e sulla fiducia. Talvolta viene messa in discussione perfino l’intelligenza del Dalmata, questo perchè si tratta di un cane che si rifiuta di eseguire ordini che per lui non abbiano senso e anche perchè non è mai totalmente sottomesso.

Ma la sua simpatia, l’empatia con cui si relaziona con le persone e anche l’istinto con cui né rifiuta altre mostrano chiaramente un elevato livello cerebrale. Il dalmata vive bene fuori, ma anche in casa, va tenuto conto però del fatto che è un cane vivace, e anche non volendo potrebbe fare qualche danno, specialmente durante i suoi momenti di gioco con i bambini. Ovviamento grazie alla Disney è una delle razze più amate e gettonate dai più piccoli, che si ostinano a chiamarlo Pongo o Peggy o Macchia, com’è giusto che sia.

Il Dalmata è un cane adatto a chiunque?

No, dobbiamo ammetterlo. Prima di prenderne uno bisogna tener conto delle sua problematiche legate alla salute, inoltre bisogna avere spazio e tempo da potergli dedicare e, non ultima, una personalità forte che sappia gestire un cane autonomo e un po’ dispettoso.

dalmata allevamento

Allevamento Dalmata, prezzo

Il cucciolo di Dalmata è vivace e tenace, in costante movimento e sempre alla ricerca di qualche marachella da combinare. Va educato con fermezza ma anche con amore, ha bisogno di socializzare moltissimo e di imparare a rispettare le regole. Se si seguono queste linee guida sarà un adulto equilibrato e sensato, perfettamente gestibile, ma comunque vagamente eccentrico e fin troppo vivace.

In Italia è moderatamente diffuso, in realtà ci sono moltissimi allevamenti non certificati nati grazie alla moda della “carica dei 101”, ma noi ci fidiamo solo degli allevamenti riconosciuti dall’ENCI, e raccomandiamo, in questo caso più che mai, di pretendere, insieme al cucciolo, pedigree e certificati medici. Il costo di un cucciolo di dalmata varia dai 500 agli 800 euro, tutto ciò che troviamo a meno probabilmente non è un esemplare puro o allevato correttamente.