Griffone di Bruxelles carattere e caratteristiche della razza canina

Griffone di Bruxelles

Conosciamo il Griffone di Bruxelles, piccola razza belga non proprio sconosciuta per noi italiani. Scopriamo le sue caratteristiche fisiche e comportamentali, la sua storia e tutte le curiosità su questa razza.

Storia del Griffone di Bruxelles

Esattamente come quello belga, il Griffone di Bruxelles discende dai Barbet, piccoli cacciatori di ratti dalle scuderie che popolavano anticamente il Belgio, la Francia del Nord e l’Olanda. Pare che entrambe i griffoni, ed anche il piccolo Bramantino, siano il frutto dell’incrocio fra i Barbet e il Carlino. Questa, comunque, è solo la versione originale che riconosce la paternità della razza al Belgio, ma a onor del vero ci sono altri Paesi che hanno la propria teoria e rivendicano la propria paternità.

La Germania, ad esempio, asserisce con certezza che il Griffone di Bruxelles discenda dall’Affenpinscher, mentre la Gran Bretagna lo considera il risultato dell’incrocio fra Carlino e Yorkshire terrier. La disputa è ancora molto accesa, ma per il momento il Belgio è riconosciuto come Paese d’origine. Il Griffone di Bruxelles un tempo era largamente diffuso nel suo Paese e in gran parte dell’Europa, ad oggi è limitamente presente in Italia, negli U.S.A., in Olanda e in Francia, oltre che in Belgio naturalmente, e totalmente assente negli altri paesi.

Griffone di Bruxelles cuccioli

Standard di razza del Griffone di Bruxelles

Il Griffone di Bruxelles è un piccolo cagnolino signorile e simpatico, singolare nella fisicità e praticamente identico al Griffone belga, fatta eccezione per il colore del mantello. Piccolo ma compatto, non sembra essere un cane delicato nonostante la mole ridotta. Un maschio adulto può raggiungere un’altezza massima di 18-20 cm al garrese, per un peso che oscilla fra i 2,5 e i 5 kg. Il petto è relativamente largo e profodo, con costole cerchiate e serrate; il tronco è corto, dritto e muscoloso, di forma rettangolare. I reni sono sodi e tondi, la groppa poco discendente. Il collo ha dimensioni proporzionate a testa e corpo, un buon incasso e grande mobilità.

La testa è tonda e abbastanza grande, delimitata da un cranio bombato e largo fra le orecchie, lo stop è marcato e il muso corto e compatto; a spiccare a colpo d’occhio è il mento sporgente. Il cranio è coperto da pelo arruffato e spinoso, mentre il muso deve essere totalmente coperto da barba e baffi ispidi. Il tartufo è nero e largo, con un taglio verticale molto evidente. Gli occhi sono grandi e rotondi, molto distanziati fra loro e sporgenti, a regalare un’espressione vagamente allucinata; il colore è nero. La totalità dell’aspetto generale del muso ha un qualcosa di incredibilmente umano.

Le orecchie sono attaccate sulla parte alta del cranio, hanno la forma di un triangolo appuntito e vengono portate erette e sempre tese all’ascolto. Gli arti sono di giusta lunghezza, perfettamente in appiombo con il terreno. L’ossatura è forte e rotonda, i muscoli tesi e pieni. La coda è attaccata alta e viene portata puntata verso l’alto, spesso tagliata ai 2/3 della lunghezza naturale. Il mantello è di media lunghezza e molto fitto, al tatto particolarmente duro e alla vista decisamente arruffato. L’unico colore ammesso dallo standard di razza è il rossiccio, sul quale vengono tollerate spruzzate di nero su mento e baffi.

Griffone di Bruxelles prezzo

Cura del Griffone di Bruxelles, alimentazione

La salute del Griffone di Bruxelles è molto solida, e non ha bisogno che dei soliti controlli di routine. La sua alimentazione deve essere semplice e bilanciata, sia nelle dosi che nell’apporto dei nutrienti. Il pelo va mantenuto lucido attraverso l’eccellenza della qualità del cibo, e spazzolato frequentemente per limitarne l’aspetto arruffato.

Griffone di Bruxelles carattere

Carattere del Griffone di Bruxelles

Il Griffone di Bruxelles si limita ad essere un cane da compagnia, morbosamente attaccato al suo padrone e con un atteggiamento altamente egocentrico. La sua simpatia però oscura di gran lunga queste piccole tendenze, ed anche la mancanza di attitudine per discipline particolari o per attività sportive. Chi ne possiede uno sostiene che la sua educazione deve essere rigida e costante, affinchè si chiarisca subito chi è che comanda in casa e per evitare che l’esuberanza del cane prenda il sopravvento.

Un Griffone di Bruxelles ben educato è un cane socievole e grazioso, non troppo predisposto alla confusione ma comunque tollerante con i bambini; il suo coraggio proverbiale lo rende un buon guardiano, e il suo modo sfacciato di affrontare gli estranei senza traccia di paura alcuna, rende chiaro che non esiterebbe un seondo a mettere in pericolo la sua vita per tutelare il suo amatissimo padrone.

Griffone di Bruxelles allevamento

Allevamento Griffone di Bruxelles, prezzo

Il Griffone di Bruxelles è un cane particolare, che in Italia non è uno sconosciuto ma neanche significativamente diffuso. L’ENCI riconosce almeno dieci allevamenti specializzati nella diffusione di questa razza nel nostro Paese, che non sono pochi considerando il numero limitato di esemplari in circolazione.

Probabilmente la poca diffusione dipende anche dal fatto che un esemplare non costa meno di 1.500 euro, che per qualcuno potrebbero anche essere un limite. Ricordiamo l’importanza di acquistare esemplari dotati di un buon pedigree e di libretti medici in regola, sempre in allevamenti riconosciuti per evitare di incorrere in truffe.