Siberian Husky: carattere, standard di razza, prezzo, cura e caratteristiche

siberian husky

Tutti conoscono il Siberian Husky, ma forse non tutti sanno del suo glorioso passato, delle sue radici e soprattutto delle sue predisposizioni. Raccontiamo la sua storia e descriviamo l’aspetto fisico e quello caratteriale nei minimi dettagli.

Origini e Storia del Siberian Husky

Sappiamo tutti che il moderno Siberian Husky è stato selezionato negli Stati Uniti a partire dai cani originari della Siberia, ed è il cane meraviglioso che tutti conosciamo. Ma la storia del capostipite dell’attuale Husky affonda le radici nella notte dei tempi. Il Siberian Husky originario è un cane nordico allevato dai Ciukci, una popolazione euro-asiatica che vive a nord della Siberia. Questa popolazione impiega i cani Husky per il traino delle slitte da tempo immemore, e ne ha fatto un punto cardine su cui far ruotare leggende, storia e lavoro. L’allevamento Husky effettuato dai Ciukci era molto selettivo e quindi i loro cani erano perfetti, d’altra parte dovevano essere ideali non solo in condizioni climatiche proibitive, ma sottoposti a sforzi immani e su territori non proprio adatti a tutti.

E’ proprio grazie a questa razza canina che la tribù siberiana riuscì a tenere testa alle autorità russe che nel 1731 avevano tentato di assoggettare tutte le popolazioni nordiche alla propria egemonia. I Ciukci, grazie ai loro cani da slitta, sfuggirono a questo controllo rifugiandosi in zone sempre più a nord e difficilmente raggiungibili senza slitta. In tal modo la tribù riuscì a mantenere la sua indipendenza finchè la Russia non gliela riconobbe ufficialmente nel 1837. E tutto ciò grazie al Siberian Husky. La nota dolente è che l’ Husky siberiano ha avuto un boom strepitoso qualche anno fa, come dimostravano le registrazioni all’anagrafe canina, poi una discesa a picco. Forse perché la gente si è resa conto che è un cane da lavoro, o meglio da traino, e non è un cane da appartamento o da giardino da poter esporre come un trofeo.

prezzo husky

Standard di razza Siberian Husky

La lunga selezione fatta dai Ciukci per allevare il Siberian Husky ha portato ad uno standard perfetto, proporzionato in ogni minimo dettaglio per sopravvivere e compiere il proprio lavoro in una terra come la Siberia. La misura dell’Husky non è esagerata per non impedirgli di reggere le lunghe distanze né troppo piccola per non renderlo adatto al traino; anche il pelo non deve essere troppo lungo per evitare che la neve si geli sopra di lui ma neanche troppo corto per evitare che muoia di freddo. Il risultato è un cane che misura un’altezza di 60 cm al garrese, in un maschio adulto, per un peso di 27 kg. Il collo robusto sorregge la testa leggermente stondata, con il muso importante che si restringe verso il tartufo nero o marrone, a seconda del mantello.

Gli occhi a mandorla sono obliqui ed espressivi, di colore celeste o marrone, oppure eterocromi. Le orecchie sono piccoli triangoli leggermente arrotondati sulla punta, attaccate in alto sul cranio e vicine fra di loro. Vengono portate erette e tese, ben coperte dal pelo anche all’interno. La corporatura è proporzionata ed elegante, gli arti dritti e in appiombo, molto muscolosi e resistenti. La coda è simile a quella di una volpe, viene portata a sciabiola, ma non arrotolata sul dorso o lateralmente. Il pelo, abbiamo detto di media lunghezza, deve essere più simile ad una folta pelliccia; e deve essere abbastanza aderente da non nascondere il contorno dell’animale.

Colori dell’ Husky

Lo standard di razza dell’husky prevede l’ammissione di tutti i colori; e in base a questi è suddiviso in quattro categorie: l’Husky nero, grigio, rosso o speciale. L’Husky speciale si distingue per la distribuzione dei colori sul corpo, e a sua volta è suddiviso in: husky sabbia, a tinta unita; husky piebald, completamente bianchi con qualche macchia sparsa per il corpo; husky splash coat, che ha macchie a profusione, e infine l’Husky a stella, caratterizzato da una macchia nera sul dorso che ricorda una stella.

cuccioli husky

Cura del cane Siberian Husky, alimentazione

La salute del Siberian Husky pare essere indistruttibile; e non ci sorprende data la resistenza agli agenti atmosferici e alle basse temperature che ha sviluppato nel corso del tempo. La sua alimentazione in generale deve essere varia e bilanciata, ma non è una cattiva idea farsi consiglare da un veterinario esperto. Il pelo va tenuto pulito e spazzolato di frequente.

carattere husky

Carattere del Siberian Husky

Sempre durante la selezione vennero smussati anche gli angoli caratteriali dell’Husky, che non doveva essere né troppo aggressivo né troppo timido, né irritabile né mordace. In base alla vita condotta, abituato a spostamenti lunghissimi al traino e senza incontrare quasi mai persone estranee, non ha sviluppato il senso della territorialità, non è un buon cane da guardia né da difesa e naturalmente non è, o almeno non solo, un cane da appartamento. Allora cos’è? Il Siberian Husky è un cane da lavoro, e come tale vuole essere trattato. Non si può non rispettare la sua indole, costringendolo in un giardino come fosse una bella pianta.

Se vogliamo tenere un Husky con noi dobbiamo accettare il fatto che ha bisogno di un costante esercizio fisico che possa sostituire la sua predisposizione al traino, dobbiamo sapere che scava continuamente buche e quindi abbiamo bisogno di un giardino più che sicuro e infine dobbiamo sapere che a contatto con altri esemplari tira fuori il suo lato più primordiale. In compenso però possiamo dire che l’Husky è un cane vivace, che ha sempre voglia di giocare e interagire, che lega bene con i bambini a patto che non siano esageratamente piccoli e che è fedele, buono, affettuoso.

allevamento husky

Allevamento Siberian Husky, prezzo

L’Husky è un cane geneticamente molto vicino al lupo, e come tale va trattato. Il suo padrone non potrà mai essere una persona esageratamente arrogante, né una persona che cerca di ottenere dei risultati maltrattandolo o urlando; d’altrocanto il cane siberiano non riconoscerebbe come sogetto alfa nemmeno una persona dal carattere debole, e prenderebbe immediatamente il posto di capo branco. Questo ci ricorda, una volta di più, che prendere un Husky solo perchè è uno status non è mai una buona idea. La socializzazione deve essere parte integrante di un’educazione che deve necessariamente iniziare in tenerissima età, ed essere costante nel tempo.

Il Siberian Husky è adatto a persone dinamiche, che sappiano assecondare il suo bisogno d’esercizio fisico più di una volta al giorno. Bisogna instaurare un rapporto molto profondo e tenerlo d’occhio perchè tendenzialmente nel primo anno di vita tenta di sgattaiolare fuori alla ricerca di nuove avventure; quindi probabilmente non è adatto a persone anziane o con problemi di mobilità. Nonostante non sia assolutamente vero che non può adattarsi a temperature più miti di quelle siberiane; non è adatto a chi pensa di lasciarlo in giardino tutto il giorno da solo, magari privo di posti all’ombra.

Un cucciolo di Siberian Husky può essere acquistato in Italia ad un prezzo compreso fra i 700 e i 1000 euro, fornito di pedigree e certificati medici. Essendo il mondo pieno di cani predisposti per qualsiasi tipo di vita noi facciamo, ci sentiamo; in questo caso più che mai, di consigliare di acquistare un Husky consapevolmente, magari parlando prima con qualche allevatore esperto e di coscienza.