Cane che ansima e fa fatica a respirare | respiro affannoso cane

cane che ansima

Perchè il mio cane ansima e fa fatica a respirare? E’ noto che il cane respira più velocemente di noi, soprattutto dopo uno sforzo fisico. Scopriamo insieme le cause principali del respiro affannoso nel cane e cosa fare se abbiamo un cane che ansima e trema quando non dovrebbe.

Cane che ansima | respiro affannoso cane

Se un cane è in buona salute e ha fatto una bella corsa è normale che ansimi. Si tratta di un respiro affannato di breve durata che con un po’ di riposo torna ad essere lento e regolare. Un cane sano, infatti in stato di riposo respira circa dalle 10 alle 30 volte al minuto.

Ansimare è necessario per abbassare la temperatura corporea del cane in quanto i cani sudano dalla bocca e dalle zampe. Non sono dotati di ghiandole sudoripare come noi. Quindi se il vostro cane ansima dopo un esercizio fisico in una calda giornata di primavera è normalissimo.

Se il cane ansima d’estate con temperature superiori ai 30 gradi è del tutto normale, sempre che insieme al respiro affannato non sbavi e non sia molto irrequieto. In questi casi occorre accertare che non si tratti di un colpo di calore nel cane, soprattutto se il nostro amico è stato al sole durante le ore più calde. Se invece avete un cane che ansima d’inverno, senza aver fatto alcuno sforzo fisico potrebbe celare dei problemi di salute.

respiro affannoso cane

Perchè il mio cane ansima e fa fatica a respirare?

Come già anticipato, dobbiamo preoccuparci solo se abbiamo un cane che ansima a basse temperature e senza un apparente motivo (corsa, sforzo fisico o altro). Le patologie connesse a un cane che trema e ansima possono essere svariate:

  • Mal di stomaco: il respiro affannoso nel cane può verificarsi in caso di mal di stomaco, soprattutto se si accompagna allo sbavamento, è molto irrequieto e non trova una posizione comoda per riposare. Il dolore di stomaco acuto può avere molte cause tra cui l’avvelenamento, traumi di vario genere, peritonite, aerofagia, torsione dello stomaco. Sono tutte patologie potenzialmente letali e quindi è sempre bene recarsi dal veterinario per scongiurare ogni pericolo;
  • Eclampsia (febbre da latte). Se la vostra cagnolina ha partorito, dopo due o quattro settimane dal parto si potrebbe trovare nella situazione di avere un basso livello di calcio nel sangue, causato dall’allattamento. La cagna quindi può ansimare in modo pesante, essere molto irrequieta, compiere movimenti scoordinati e avere le mucose della bocca molto pallide. E’ una situazione che può trasformarsi in un’emergenza seria non la sottovalutate;
  • Problemi cardiaci: spesso il cane che ansima può nascondere dei problemi cardiaci. Altri segni delle malattie cardiache sono la letargia, svenimenti, tosse nel cane, debolezza e riluttanza a fare movimento fisico. Se avete un cane anziano e ansima di notte potrebbe indicare la CHF ossia un’insufficienza cardiaca congestizia.
  • Cane con anemia: spesso anche l’anemia in forma grave porta tra i suoi sintomi il respiro affannoso, in quanto il cane si trova in carenza di ossigeno a causa della diminuzione dei globuli rossi. Il sospetto che si tratti di anemia deve essere accompagnato da letargia, disappetenza e debolezza, le gengive e la lingua devono apparire rosa pallide o bianche. La diagnosi deve essere eseguita dal veterinario.
  • Problemi respiratori: il cane che ansima potrebbe anche essere un sintomo di qualche infiammazione alle vie respiratorie: quelle alte se il problema riguarda l’inspirazione, quelle basse se riguarda l’espirazione. Le patologie alle vie respiratore possono essere molte: bronchiti, polmoniti ecc.
  • Filariosi: la filariosi cardiopolmonare è causata da un parassita che prende il nome di dirofilaria immitis e viene trasmessa dalle zanzare.
  • Anche l’ansia e lo stress può portare il cane ad ansimare eccessivamente. Per esempio un cucciolo che arriva in una nuova famiglia, o un cane adottato da poco proveniente dal canile potrebbe respirare in modo affannoso per lo stress dovuto al cambiamento di ambiente. In ogni caso se il cane stressato continua a respirare con affanno per più giorni è opportuno andare subito dal veterinario per un bel controllo.