Enterite nel cane: sintomi e cura per il cane con colite

enterite nel cane

La colite e l’enterite nel cane sono malattie spesso associate al malassorbimento degli alimenti, in altri casi invece possono essere dovute ad infiammazioni dell’intestino. Scopriamo quali sono i sintomi di enterite nel cane e come curare un cane con colite

Sintomi di colite ed enterite nel cane

I cani possono soffrire di problemi intestinali più o meno gravi e le cause riconducibili a questi disturbi possono essere di varia natura. L’enterite nel cane è generalmente causata da un’alimentazione scorretta che infiamma l’intestino. L’infiammazione che ne deriva è una reazione di difesa dell’organismo contro l’alimento ritenuto tossico.

E’ importante riconoscere i sintomi per riuscire ad individuare la parte di intestino infiammata. Se ad esempio il cane ha la diarrea improvvisamente, è probabile che la parte interessata sia l’intestino tenue. Spesso questo tipo di diarrea deriva dall’ingestione di qualcosa che l’organismo si affretta ad eliminare.

colite nel cane

La colite nel cane, detta anche malattia infiammatoria cronica, è invece una patologia più seria. Il cane con colite tende infatti a dimagrire, ha attacchi ciclici di diarrea mista a sangue e spesso accusa di vomito e forti dolori alla pancia. Uno dei sintomi più evidenti è rappresentato dalla presenza di muco e di sangue nelle feci del cane. Il sangue generalmente si presenta rosso vivo e deriva dalla rottura dei capillari durante lo sforzo di defecare. Ricordate di non prendere mai sotto gamba i sintomi della colite nel cane perchè sono molto simili a quelli del cancro al colon.

sintomi colite cane

Tipi di enterite e cura della colite nel cane

Esistono varie forme di enterite e colite nel cane che possono dipendere da diversi fattori; le forme più lievi sono dovute ad ingestioni o a una cattiva alimentazione e solitamente spariscono velocemente. Le forme più gravi, come nel caso dell’enterite linfoplasmocitaria potrebbero invece dipendere anche da cause non strettamente collegate all’alimentazione del cane, come batteri, virus, vermi, protozoi, allergie e intolleranze.

Nelle forme più lievi di colite, il veterinario consiglierà il digiuno per 24-48 ore, modificherà la dieta del cane con un’alimentazione più sana e prescriverà specifici antibiotici ed antinfiammatori per cani.

 

colite nel cane

Colite nel cane ed enterite linfoplasmocitaria

L’enterite linfoplasmocitaria potrebbe derivare da allergie ed intolleranze alimentari, da virus e batteri o da una cattiva alimentazione. I sintomi della colite ed enterite linfoplasmocitaria sono riconducibili a diarrea, vomito e forte dimagrimento nel cane. E’ importante sottolineare che i sintomi dell’enterite linfoplasmocitaria possono presentarsi tutti insieme o anche solo uno alla volta.

L’unico modo per accertare la presenza della malattia consiste nell’eseguire una biopsia con esame istologico dell’intestino. La cura per il cane con colite dipenderà ovviamente dal problema. Nei casi lievi di enterite sarà sufficiente una dieta appropriata, generalmente ipoallergenica; mentre nei casi lievi di colite, occorrerà una dieta ricca di fibre.

Affinchè la dieta del cane dia i risultati sperati, quest’ultima deve essere seguita per almeno 3-4 settimane. Nei casi più gravi, oltre alla somministrazione degli antibiotici potrebbero essere prescritti anche dei cortisonici.