Rogna sarcoptica nel cane: sintomi, cause e cura della scabbia canina

rogna sarcoptica nel cane

La rogna sarcoptica nel cane, anche conosciuta come scabbia canina, è una malattia della pelle molto pericolosa; è infatti trasmissibile sia all’uomo che ad altri animali. Scopriamo quali sono i sintomi della rogna sarcoptica nel cane, le cause correlate e come curare la scabbia canina.

Cause della rogna sarcoptica nel cane

La scabbia del cane è una malattia della pelle di origine parassitaria provocata dall’acaro Sarcoptes scabiei var. canis. L’acaro della rogna è trasmissibile mediante il contatto diretto con un cane infetto o attraverso l’ambiente. Quest’ultima eventualità, tuttavia è decisamente più rara; il ciclo vitale dell’acaro avviene infatti solo sull’ospite. L’acaro della scabbia, al fine di sopravvivere, necessita di trovare un ospite entro massimo due o tre settimane; possibilmente nelle condizioni ambientali più idonee. Dopo essersi accoppiata la femmina scaverà una galleria nella cute dell’animale e deporrà le uova. Dalla schiusa delle uova alla trasformazione in acari adulti trascorreranno dai 17 ai 21 giorni.

scabbia canina

Si tratta di acari altamente specie-specifici, non è un caso infatti che l’acaro Sarcoptes scabiei var. canis colpisca raramente i gatti; allo stesso tempo è difficile che l’acaro della rogna del cane possa causare gravi forme di scabbia nell’uomo (al contrario della variante umana sarcoptes scabiei var hominis). La scabbia canina può colpire i cani di tutte le età e di ogni tipolgia di razza; i più a rischio sono sicuramente i cuccioli, i cani randagi e quelli dei canili, soprattutto se vi è sovraffollamento.

Trasmissione della scabbia canina all’uomo

L’acaro Sarcoptes scabiei var. canis ha come obiettivo finale il cane, tuttavia questo non significa che possa essere trasmesso anche all’uomo. La differenza con il suo cugino più prossimo (Sarcoptes scabiei var hominis) consiste nella sua incapacità di riprodursi sulla cute umana.

scabbia cani cura

Detto questo, se si viene in contatto con un cane rognoso, è possibile essere contagiati, anche se in forma lieve. Le lesioni che il Sarcoptes scabiei var canis provoca all’uomo sono facilmente guaribili in due settimane. Generalmente i sintomi della rogna nell’uomo si manifestano con croste sulla pelle localizzate sugli arti, sull’addome e sul pube.

Rogna sarcoptica nel cane, sintomi e cura

La rogna sarcoptica del cane ha un’incubazione che può durare dai 7 ai 21 giorni. I sintomi della scabbia nei cani si manifestano con prurito, croste sulla pelle del cane, dermatite squamosa e alopecia. La diagnosi della rogna sarcoptica viene effettuata attraverso dei test che prevedono il raschiamento della cute; in alternativa è possibile analizzare al microscopio le croste del cane al fine di individuare acari e uova.

scabbia cani

Per curare la scabbia nei cani esistono dei farmaci specifici propri allo scopo; spetterà al medico veterinario indicare la cura più appropriata a seconda dello stadio d’avanzamento della malattia. E’ importantissimo ricordare che se il cane ha la rogna, occorrerà disinfettare accuratamente l’ambiente dove vive ed eseguire i dovuti controlli a scopo preventivo anche sugli altri animali domestici presenti in casa e sull’uomo.