Coda del gatto che trema, cause e significato dei movimenti della coda

coda del gatto

Scopriamo i movimenti della coda del gatto e perché al gatto trema la coda… Cosa indica questo movimento? E’ un sintomo di qualche malanno o rientra nel normale comportamento dei gatti?

Perché al gatto trema la coda

Il tremolio della coda del gatto rientra nel normale comportamento dei felini e fa parte del loro linguaggio del corpo; la coda del gatto riveste infatti un ruolo importantissimo in tale ambito e permette al micio di comunicare diversi stati d’animo. Talvolta molti proprietari si preoccupano se il gatto non fa le fusa o le fa troppo, se miagola poco o se comunque si esprime in modo diverso dagli altri gatti.

In realtà è importante ricordare che ogni gatto ha la propria soggettività e il proprio modo di esprimersi, utilizzando le varie forme comunicative di cui dispone. Ed ecco quindi perché alcuni gatti fanno maggiormente le fusa rispetto ad altri che preferiscono miagolii o particolari movimenti della coda come appunto il tremore.

movimenti coda gatto

Significato dei movimenti della coda del gatto

Il gatto trema la coda per due motivi principali: felicità e marcamento del territorio. Nel primo caso, occorre prestare attenzione a quale parte della coda trema e interpretare cosa ci vuole comunicare in base ai movimenti della stessa. Se il gatto tiene la coda dritta in su e solo la punta trema leggermente, probabilmente vi sta dicendo: “ciao sono felice di vederti, o di giocare con te, mi dai la pappa?”

Se invece il tremolio è associato ai movimenti della coda del gatto nel suo insieme, con scatti molto forti e anche ad altri comportamenti, come ad esempio le orecchie all’indietro, il vostro micio vi sta dicendo: “sono molto arrabbiato e sto per partire contro qualcosa o qualcuno che mi disturba, mi stressa o mi fa paura” Non confondente quindi il tremolio della coda con l’agitazione della stessa per stress o nervosismo.

comportamento gatti coda

Nel secondo caso, ovvero urinare per marcare il territorio, il discorso vale solo per i maschi non sterilizzati. Si tratta della marcatura verticale. Tale atteggiamento si manifesta dai sei mesi in su, quando i gatti diventano sessualmente attivi. La posizione della coda del gatto in questo caso è inconfondibile: il gatto si posiziona con il sedere verso una superficie verticale (porta, muro, stipite) e con la coda dritta a fuso. Poi la coda del gatto comincia a tremare e dopo di che arriva lo spruzzo di urina. E’ un comportamento del gatto del tutto normale ma non tanto gradevole se il gattino vive in casa con noi. Se quindi la puzza della pipì di gatto, comincia a diventare insopportabile, è forse il caso di valutare una sterilizzazione.