Gatto abissino carattere e caratteristiche della razza dei gatti abissini

gatto abissino

Un viaggio nel tempo tra piramidi e faraoni per scoprire le vere origini del gatto abissino, l’elegantissima razza felina dai tratti orientali e sofisticati, ma che nasconde un carattere da eterno cucciolotto. Scopriamo le caratteristiche dei gatti abissini, la storia, il carattere e altre curiosità..

Origini e storia del gatto abissino

La primissima cosa da sapere sul gatto abissino è che prende il nome dal suo paese natale, l’Etiopia, che in origine si chiamava Abissinia. Risalire alle origini della razza abissina è davvero complicato, non possiamo fare altro che attenerci a quello che vediamo con i nostri occhi. Osservando attentamente le riproduzioni delle immagini dei gatti che sono state trovate nelle varie tombe dei faraoni egizi noteremo un’innegabile somiglianza con il gatto abissino, fin nei minimi dettagli. Per questo motivo si è portati a credere, pur senza prove concrete, che gli antenati della razza abissina fossero i gatti dell’antico Egitto e per la precisione l’icona della Dea Bastet.

Sappiamo che il primo esemplare di gatto abissino fu imbarcato dal capitano Leonard Barret su di una nave britannica che faceva ritorno dall’Abissinia verso l’Inghilterra, così Zula, questo pare che fosse il suo nome, faceva la sua comparsa nel Regno Unito e quindi in Europa, continente in cui, nonostante vi sia presente da molto tempo ormai, non si è mai espanso più di tanto. In America invece la razza abissina è tra le dieci più diffuse anche se ufficialmente il suo standard è stato registrato in un passato relativamente recente, parliamo del 1929.

alimentazione gatto abissino

Standard di razza abissina, caratteristiche

Il gatto abissino è inconfondibile fin dal primo sguardo, risulta evidente la forma del suo bel musetto, quasi triangolare e affilata, delicatissima nei tratti ed elegante nelle proporzioni. Il naso è piccolino e le orecchie del gatto perfettamente proporzionate, gli occhi hanno un particolare taglio a mandorla, che donano un’aria esotica alla razza abissina e sono di un colore che può variare dal verde al color miele. La corporatura è snella e slanciata, anche gli esemplari più grandi non superano mai i 7,5 kg, le zampe sono lunghe ed affusolate ma comunque muscolose e i piedini sono piccoli ed ovali.

Il pelo del gatto è abbastanza corto data la sua origine africana, e nella maggior parte dei casi fulvo, ma i colori riconosciuti dallo standard di razza sono anche lepre, fawn, silver e blu. In tutti i casi il pelo del gatto abissino non può non essere caratterizzato dal ticking, ossia l’alternanza di bande con una tonalità più chiara o più scura dello stesso colore su ogni singolo pelo.

carattere gatto abissino

Gatto abissino carattere e comportamento

La qualità più spiccata dell’abissino è l’eterno movimento, questa è una razza di gatto che non gradisce la noia, ha infatti continuamente bisogno di giochi per gatti o attività che lo coinvolgano per evitare che diventi inquieto. Dal carattere mite e docile, il gatto abissino è anche decisamente caparbio, non rinuncia facilmente a quello cui ha puntato e non si arrende finchè non vince lui.

Ben disposto alla vita del gatto in appartamento purché non venga abbandonato troppo a se stesso, i gatti abissini hanno bisogno di valvole di sfogo per la loro energia, non sono dei gran cacciatori ma sono molto veloci nella corsa e godono di una notevole intelligenza. L’ alimentazione del gatto abissino deve essere varia e ben equilibrata, i suoi gusti anche in fatto di cibo sono leggermente sofisticati ma comunque non è difficile accontentarlo. Non si riscontrano gravi problemi di salute se non una tendenza a soffrire di atrofia della retina.

cuccioli gatto abissino

Allevamento gatto abissino cuccioli

I cuccioli di gatto abissino sono estremamente vivaci, orientati verso giochi che lascino libero sfogo alle loro corse sfrenate. Affettuoso e docile, il cucciolo di gatto abissino si trova benissimo con altri gattini con cui possa giocare, se tenuto in casa pretende fin da piccolo di interagire con il proprio padrone, cui si affeziona in maniera impressionante. La curiosità che lo contraddistingue, insieme alla sua agilità, lo aiutano fin da cucciolo ad essere un ottimo esploratore dell’appartamento in cui vive, da adulto lo si può osservare spesso in cima ad un mobile dove, con il suo portamento regale, osserva per brevi momenti ciò che ha intorno scrutando ogni piccolo dettaglio.