Gatto siamese carattere e caratteristiche del gatto siamese thai

gatto siamese

Il gatto siamese è originario del Siam (l’attuale Thailandia). Viene chiamato anche gatto thai, ma sono due nomi diversi per indicare la stessa razza felina. Scopriamo la storia del gatto siamese thai, le caratteristiche e il carattere dei gatti siamesi.

Origini e storia del gatto siamese

Il gatto siamese thai arrivò in Europa in tempi abbastanza recenti. Furono esposti, per la prima volta, all’esposizione felina tenuta al Crystal Palace di Londra nel 1871, dove purtroppo non ebbero un grande successo. Nel 1880 il re del Siam,regalò 2 coppie di esemplari a Mr. Owen Gould, il console generale inglese a Bangkok, il quale le portò a Londra. L’anno dopo, i gatti siamesi vennero fatti partecipare ad una nuova esposizione catofila, sempre al London’s Crystal Palace e, questa volta, riscossero un enorme successo.

Nel 1890 arrivarono in America e si rivelarono da subito molto delicati di salute. Ben presto questa razza felina divenne una “moda”, ragion per cui, molti allevatori, per accontenare le richiesta degli acquirenti, fecero nei loro allevamenti di gatti siamesi sfortunati incroci tra consanguinei, dai quali nacquero gattini di salute sempre più debole.

Intorno agli anni ’40 a causa della grande guerra, la razza di gatto siamese rischiò l’estinzione. Passata la guerra, intorno gli anni ’60 si iniziò a fare una selezione migliore e il gatto siamese si modificò a tal punto che ne venne fuori un nuovo standard. Il nuovo gatto thai appariva con un corpo più snello, le orecchie più grandi e un muso più sottile. Negli anni ’90 alcuni allevatori, pensarono di riportare il vecchio standard del siamese e nel 1998 fu riconosciuta l’attuale razza siamese che tutti noi conosciamo.

gatto thai

Standard di razza gatto siamese

Il siamese è un gatto di taglia media, dal fisico slanciato e snello. Ha mantenuto i tratti orientali più marcati dagli inizi del ‘900 fino agli anni 50. il corpo è lungo, armonioso e molto muscoloso. Le zampe del siamese sono lunghe e sottili. Quelle posteriori sono leggermente più lunghe delle anteriori e i piedini sono piccoli a forma ovale.

La testa del gatto ha una forma cuneiforme. La punta del naso è allineata alle grandi orecchie, che ampie alla base e posizionate diagonalmente ai lati della testa, formano un triangolo capovolto. Il naso è lungo e privo di stop mentre gli occhi del gatto sono a mandorla e di un colore blu intenso, posti in obliquo rispetto alla canna nasale.

Il collo è slanciato e muscoloso, leggermente arcuato e la coda del gatto deve essere molto lunga e sottile. Il siamese è un gatto a pelo corto e il mantello non presenta sottopelo. Generalmente, il peso del gatto siamese, si aggira intorno ai 5kg per i maschi e fino ai 4kg per le femmine.

alimentazione gatto siamese

Cura del gatto siamese, alimentazione

La cura del mantello, morbido e setoso, non necessita di particolari attenzioni. Per lucidare il pelo del gatto siamese e togliere quello morto, basta accarezzarlo con un panno di daino. Per l’alimentazione del gatto siamese si sconsiglia il fai da te, a meno che riusciate a bilanciare la dieta del gatto con un alto contenuto di proteine e ovviamente cibi sempre di ottima qualità.

gatto siamese thai

Gatto siamese varietà e colori del gatto thai

Le quattro principali varietà di gatto siamese prendono il nome dal colore dominante e sono:

  • Gatto siamese chocolate point;
  • Gatto siamese blue point;
  • Gatto siamese lilac point;
  • Gatto siamese seal point.

Possono essere anche Tortie e Tortie Tabby (in genere nel sesso femminile). Oltre a questi abbiamo anche i colori Crema e Point Rosso. Recentemente sono state selezionate altre varietà di gatto siamese, come ad esempio lo Smoke, il cannella, il fulvo, il silver tabby e il Bi o Tricolore.

Alla nascita, i gattini siamesi sono completamente bianchi e i points (la colorazione che comprende: orecchie, mascherina, zampe e coda) compaiono soltanto nei mesi successivi. La temperatura ambiente ha un ruolo fondamentale nella colorazione degli stessi, ovvero se il gatto thai è cresciuto in un ambiente caldo avrà points più chiari e viceversa.

gatto siamese carattere

Gatto siamese carattere

Il gatto thai è considerato il felino più addestrabile di tutti; ad esempio, abituare il gatto al guinzaglio per trascorrere insieme lunghe passeggiate all’aria aperta, non sarà sicuramente un problema. È un micio molto affettuoso, ma non per questo adatto a tutti, perchè ha una forte personalità. Difatti è tra le razze di gatti più estroverse e vivace, quindi non adatto a chi invece è abituato alla tranquillità o a persone nervose.

Instaura un rapporto molto esclusivo con gli umani che reputa suoi complici. È molto comunicativo e ha la capacità di modulare la sua voce come se stesse dialogando col proprio umano. Grazie alla sua corporatura snella è un gatto domestico molto agile. Il gatto siamese in casa si diletta nel mostrare tutte le sue doti da acrobata e quando è stanco ama riposarsi accanto alle persone che ama.

allevamento gatto siamese

Allevamento gatto siamese, prezzo

Il prezzo di un gatto siamese, generalmente supera i 500€. Come al solito vi raccomandiamo sempre di evitare gli annunci online e di rivolgervi esclusivamente ad allevamenti di gatti siamesi qualificati. In Italia non ne mancano affatto, non solo saranno in grado di fornirvi tutte le informazioni necessarie e informarvi sullo stato di salute dei cuccioli di siamese, ma viste le diverse colorazioni, potrete rivolgervi all’allevamento che dispone della varietà di siamese che più vi piace.