Tonchinese carattere e informazioni sul gatto tonkinese | gatto canadese

tonchinese

Due grandi occhioni chiari incorniciati da un bel musetto scuro, tanta intelligenza e una riserva di amore e di energia senza limiti. Conosciamo il gatto Tonchinese e le sue origini per metà statunitensi e per metà canadesi. Scopriamo che cosa ha ereditato dai suoi antenati Siamesi e Burmesi e a quale tipo di famiglie è adatto. Tutto quello che c’è da sapere sul gatto canadese

Storia del gatto Tonchinese

Il gatto Tonchinese nacque all’inizio degli anni ’70, grazie alla collaborazione tra Jane Barletta, che nel New Jersey incrociò un gatto Siamese con un Burmese, e Margaret Conroy, che in Canada fece la stessa identica cosa. I cuccioli di questi due incroci vennero fatti accoppiare fra loro dando vita ad una nuova magnifica razza, il gatto Tonchinese. Non è stato facile portare avanti questa razza felina perché molto spesso dall’incrocio fra Siamese e Burmese veniva fuori un gatto che racchiudeva tutte le caratteristiche dell’uno o dell’altro, mentre lo standard del Tonchinese è in perfetto equilibrio fra i due. Già nel 1979 la CFA e la TICA riconobbero lo standard di razza definitivo. Il Tonchinese si espanse molto bene in tutta l’America, mentre in Europa è ancora oggi estremamente raro.

gatto tonchinese

Standard di razza gatto Tonchinese

Il gatto tonkinese racchiude nel suo aspetto i lati più belli dei suoi progenitori, il Siamese e il gatto burmese. Dal Siamese ha preso le sue perfette proporzioni, la muscolatura non eccessiva ma comunque ben sviluppata e la linea sinuosa. Dal secondo invece ha preso la robustezza del portamento e il mantello colorpoint inconfondibile, che viene accettato nei colori visone naturale, camoscio, grigio-argento e miele. Il muso del gatto tonkinese è cuneiforme con una linea un po’ addolcita, gli occhi grandi e ben distanziati hanno la forma della noce e sono di colore verde-blu. Le orecchie grandi e larghe alla base sono leggermente tese in avanti, a sottolineare l’espressione curiosa ed attenta tipica del gatto canadese.

Le zampe sono snelle ma muscolose, quelle posteriori sono leggermente più lunghe e consentono al Tonchinese un’agilità non indifferente. La coda del gatto è abbastanza lunga e larga alla base, mentre tende a diventare affusolata sul finale. Il gatto Tonchinese richiede ben poche cure, il pelo setoso deve essere spazzolato una volta a settimana e accarezzato spesso per mantenere la sua naturale brillantezza. L’alimentazione del gatto Tonchinese deve essere il più possibile invariata, l’ideale sarebbe quello di non cambiare neanche la marca di cibo per gatti a cui è abituato e non farlo mai mangiare in ciotole provvisorie ma utilizzare sempre la sua.

gatto tonkinese

Carattere del gatto Tonchinese

Il gatto Tonchinese è noto per la sua intelligenza, che dimostra continuamente, specie se messo difronte a giochi interattivi per gatti. La razza canadese è estremamente agile ed in continuo movimento, motivo per cui avrà bisogno, seppure sia più che felice di vivere in un appartamento, di uno sfogo esterno in cui correre e giocare come per esempio un giardino che sia privo di pericoli e da cui possibilmente non possa uscire. Questo perché il Tonchinese è talmente preso dai suoi giochi all’esterno che rischia addirittura di perdersi.

Molto affettuoso con i suoi padroni, il gatto tonkinese gioca più che volentieri con i bambini, esegue i comandi quasi come un cagnolino e adora seguire le persone passo per passo, fin dentro il letto. Affettuoso e socievole, il gatto canadese si adatta perfettamente alla vita in una famiglia numerosa, poiché detesta la solitudine, e dona tanto amore quanto ne riceve. Abitudinario ma nello stesso tempo pericolosamente intrepido, il tonkinese osserva spesso la sua famiglia dall’alto di un mobile, talvolta anche nascosto alla vista degli altri, proprio come un perfetto capobranco felino.

allevamento tonkinese

Tonkinese allevamento

Il cucciolo di gatto Tonchinese nasce monocolore, acquisirà il mantello colorpoint che lo caratterizza solamente intorno ai sedici mesi di vita, per questo motivo, se decidessimo di acquistarne uno, sarebbe bene rivolgersi ad allevamenti di gatti tonchinesi specializzati e mai comprarli da privati che non conosciamo. Estremamente buffo nelle sue continue perlustrazioni, il cucciolo Tonchinese è incantevole, la sua codina sempre dritta e il passo un po’ incerto possono far pensare ad un gatto goffo, in realtà il Tonchinese adulto gode di un’agilità che fa invidia a molte altre razze feline, motivo per cui fin da piccolo ha bisogno di un bel tiragraffi su cui allenarsi, inoltre non possono mancare in casa i giochi intelligenti per gatti, che tengano sempre attiva la sua mente decisamente brillante.