Alitosi gatto rimedi | Cause alito cattivo gatto | Il gatto ha l’alito pesante

alitosi gatto

Alitosi gatto rimedi e consigli… Anche il nostro micio può avere l’alito pesante e se spesso ha il vizio di svegliarci con mille bacetti, quando ha l’alito cattivo potrebbe diventare un risveglio del tutto poco piacevole. Ma perché il gatto ha l’alito cattivo? Quali sono i migliori rimedi contro l’alito cattivo del gatto? Scopriamolo insieme…

Cause alitosi gatto | perchè il gatto ha l’alito cattivo?

L’alito cattivo nel gatto è un problema molto frequente, non è rischioso per la vita del nostro micio ma allo stesso tempo non deve essere trascurato. In primis perché si facilita la convivenza con il gatto, secondo perché può nascondere altri problemi di salute ed essere un sintomo di qualche altra patologia.

Quando il gatto ha l’alito pesante si è portati a pensare che ha problemi digestivi, ma non è necessariamente corretto, in quanto l’esofago del gatto è chiuso: si apre solo quando mangia, quindi gli odori della digestione difficilmente si percepiscono dall’alito. Si potrebbero tuttavia sentire, nel caso in cui il cibo ristagna nell’esofago ma non è una circostanza molto frequente. Generalmente se avete un gatto con alitosi dovete cercare la causa nella sua bocca. I nostri mici sono infatti soggetti a:

alito cattivo gatto

Inoltre a seconda dell’odore dell’alito del gatto si possono sospettare patologie diverse che dovranno essere confermate o smentite dal veterinario. Per esempio:

  • Odore di marcio: problemi alla bocca (stomatiti, gengiviti ecc.).
  • Pesce marcio: insufficienza renale
  • Odore fruttato: diabete mellito.

alito cattivo gatto rimedi

Alitosi gatto rimedi | Alito cattivo gatto cosa fare

Per curare l’alitosi del gatto come prima cosa occorre individuare la causa. Una volta individuata si procederà alla cura. Tale compito spetta ovviamente al veterinario. Evitate il fai da te: rischiate di fare più danni che altro.

Una volta che il veterinario avrà stabilito che l’alito pesante nel gatto dipende da problemi dentali (quindi in caso di stomatite, paradentite, gengivite ecc.) potrà consigliarvi la terapia più idonea. Quest’ultima potrà comportare la somministrazione di cibi industriali appositi per ridurre l’infezione alla bocca o un antibiotico per gatti specifico al caso. Se il problema invece è il tartaro vi potrà consigliare, a seconda della gravità, prodotti per pulire i denti al gatto o procedere con la pulizia dei denti.

Se l’alito pesante nel gatto è invece prodotto da stomatiti, herpes, granuloma o calicivirus la soluzione non sarà così semplice. In questi casi spetterà ancora una volta la decisione al veterinario che dovrà valutare l’avanzamento della patologia e adottare la cura appropriata, come ad esempio la somministrazione dell’interferone o l’asportazione dei denti malati.

Ovviamente in caso di diabete mellito o di insufficienza renale vanno curate queste due patologie, non certo l’alitosi del gatto. Fate attenzione anche alla dieta: spesso l’alito pesante e i problemi dentali del gatto derivano da un’alimentazione errata. Fatevi sempre consigliare dal veterinario. L’ideale, nel caso di problemi dentali del gatto legati all’igiene della bocca, è abituare il gattino fin da piccolo a “lavarsi i dentini”. Non solo esistono stick e molti prodotti atti allo scopo, ma anche dentifrici appositi con relativo spazzolino da denti per gatti.

Se riuscirete ad abituare il gatto fin da piccolo a farsi mettere prima le mani in bocca da voi, poi lo spazzolino, inizialmente senza dentifricio ed in seguito con. Da adulto riuscirete tranquillamente a lavare i denti del gatto senza che vi stacchi un dito, scongiurando stomatiti, gengiviti, tartaro ecc. e di conseguenza l’alito cattivo.