Raffreddore gatto sintomi | come curare il raffreddore al gatto

raffreddore gatto

Raffreddore gatto… Anche il gatto, come noi, è soggetto al raffreddore o rinotracheite infettiva, sia durante la stagione invernale, sia durante i cambiamenti di stagione. Si tratta di una malattia dei gatti abbastanza frequente che deve essere riconosciuta per tempo e curata. Non prendete sotto gamba il raffreddore del gatto e se siete alle prime armi rivolgetevi al veterinario di fiducia. Scopriamo come curare il raffreddore al gatto e i sintomi del gatto con raffreddore.

Raffreddore gatto sintomi gatto raffreddato

Ma come si fa a riconoscere se il gatto ha il raffreddore? Sintomi raffreddore gatto:

  • Gatto che starnutisce di frequente durante la giornata, spesso senza un motivo apparente e con grande sforzo come se il vostro gatto non riuscisse a respirare bene. Il virus distrugge la mucosa del naso che, per difesa produce muco. Il gatto non riesce di conseguenza a respirare e quindi starnutisce, per riflesso.
  • Naso del gatto irritato e gocciolamento. Il naso del micio appare spesso irritato e rosso a causa dello sfregamento dello stesso sulle coperte o altro, un po’ come succede a noi quando a causa del gocciolamento siamo costretti a soffiarci il naso fino ad averlo come la renna di babbo Natale.
  • Occhi rossi gatto: il micio può avere fastidio agli occhi che appariranno arrossati, lacrimanti e in casi più gravi possono presentare una infezione purulenta.
  • Inappetenza gatto: il gatto non mangia a seguito delle difficoltà respiratorie, anche perché non riuscirà a percepire gli odori di cosa mangia quindi si limiterà a scopo difensivo a nutrirsi con alimenti che riconosce.

In altri termini i sintomi del gatto raffreddato sono molto simili a quelli del raffreddore che prendiamo noi umani.

gatto con raffreddore

Come curare il raffreddore al gatto | raffreddore gatto cosa fare

Il mio gatto ha il raffreddore cosa devo fare? Sebbene generalmente il raffreddore nel gatto si risolve in breve tempo senza conseguenze allarmanti è sempre bene consultare il proprio veterinario. Inoltre solo quest’ultimo è in grado di capire se si stratta di un virus o di una forma allergica a qualcosa, una pianta velenosa per gatti, un prodotto per pulire la casa ecc. Il medico inoltre a seconda del quadro clinico generale del vostro gatto ed anche dell’età, sesso e patologie pregresse, saprà darvi la terapia appropriata. A livello molto generale le indicazioni per curare il raffreddore al gatto che il veterinario vi può dare riguardano:

  • Farmaci e antibiotico per gatti raffreddati: vengono prescritti farmaci di varia natura che possono andare dagli antistaminici, antibiotici e antinfiammatori per gatti che servono a contenere il raffreddore del gatto soprattutto laddove è comparsa anche un po’ di febbre che non deve essere mai presa alla leggera. Generalmente questi farmaci contro il raffreddore felino sono soluzioni liquide in quanto possono essere sciolte facilmente nel cibo del gatto senza che ne se accorga. Nel caso servano invece le iniezioni ve lo dirà il veterinario e sarà lui a fargliele.
  • Il cibo per gatti: come già anticipato, proprio per le difficoltà olfattive che ha il gatto con il raffreddore, potrebbe rifiutare la pappa che gli avete preparato perché non è in grado di capire di cosa si tratti. Allo stesso tempo, proprio per il suo stato si sconsiglia di propinargli le crocchette o cose secche in quanto hanno poco odore e optare per il cucinato che ha un odore decisamente più intenso.
  • La pulizia del gatto: per evitare che il micio si irriti sempre di più il naso fino a farsi venire le croste fregandosi con la zampette, puliteglielo ogni tanto con un panno morbido imbevuto di acqua. Passate anche il contorno occhi, rimuovendo i residui solidi e liquidi che possono fuoriuscire dal naso e dagli occhi del gatto.
  • L’umidità: può essere utile umidificare l’ambiente per aiutare il gatto a liberare le vie respiratorie. Sarà sufficiente ricordarsi di tenere sempre pieni gli umidificatori sui termosifoni con qualche goccia di essenza di camomilla, di eucalipto o di pino. Queste sostanze hanno un effetto vasodilatatore dei condotti respiratori e possono aiutarlo a respirare meglio. Il veterinario vi può anche consigliare cicli di aerosol per gatti. Esistono apposite mascherine allo scopo.
  • Lo stress da raffreddore nel gatto: come accade a noi anche il gatto si stressa quando ha il raffreddore pertanto sarà consigliabile evitare di sottoporlo a rumori molesti e non pretendere di distrarlo con il gioco. Lasciate il micio tranquillo, facendolo riposare e dormire. Guarirà molto prima.

gatto raffreddato

Per quanto riguarda i gattini (cuccioli di gatto) il veterinario vi potrà consigliare di vaccinarli contro la rinotracheite felina per proteggerli dal raffreddore.