Come prendere un gatto in braccio nel modo corretto senza fargli male

come prendere un gatto in braccio

Fin dai primi giorni in cui si prende un gattino in casa è difficile resistere alla tentazione di tenerlo in braccio, e in effetti non ce n’è motivo. Al contrario, stabilire un contatto fisico fin dai primi giorni è fondamentale per ottenere la sua fiducia incondizionata e poterlo nutrire e curare al meglio. Prendere in braccio un gatto quindi diventa non solo un piacere ma anche un preciso obbligo di chi lo adotta. Bisogna tener conto però che un gatto, soprattutto un cucciolo, è molto piccolo di corporatura, e di conseguenza molto delicato. Importante quindi non rischiare di fargli male prendendolo nel modo sbagliato. Ma allora come prendere un gatto in braccio nel modo giusto?

Come prendere in braccio un gatto cucciolo

Se si tratta di un gattino va considerata la sua leggerezza estrema, per tirarlo su sarà sufficiente mettergli una mano intorno allo stomaco e l’altra dietro le zampe posteriori, in modo da sostenere il suo peso sul palmo di una mano per sorreggere la testa con l’altra. Dopo averlo tirato su accostatelo al corpo in modo che possa sentire il vostro calore, e quando vi sedete poggiatevelo in grembo e accarezzatelo fintanto che si lascia coccolare. Quando percepite che è stanco di stare in braccio posatelo delicatamente a terra e offritegli un bocconcino per premiarlo della sua affettuosità.

Evitate invece di prendere il gatto in braccio quando è impegnato a giocare, poiché inibirete la sua esplorazione di cose che non ha mai visto. Al contrario di quanto si crede sollevare un gatto per la collottola non è affatto un buon metodo, poiché le sue ossa sono piccole e delicate e possono essere facilmente danneggiate da movimenti bruschi, a meno che non siamo mamma gatta. Se è un bambino a tenere in braccio il gatto fate attenzione che non gli faccia involontariamente male e che non lo trattenga quando vuole scendere, ma soprattutto fate attenzione che non lo faccia mai cadere dall’alto.

come prendere in braccio un gatto

Come prendere un gatto in braccio da adulto

Il gatto adulto è indubbiamente più robusto di un cucciolo, e di conseguenza anche più pesante. Per prenderlo in braccio quindi è necessario fare attenzione alle diverse proporzioni. Anche il gatto adulto ha bisogno di un buon contatto fisico per sviluppare un ottimo rapporto con il suo padrone, il fatto che tutti i gatti adulti siano restii a farsi prendere in braccio non è che una leggenda metropolitana, al contrario, molti di loro non aspettano altro che un po’ di coccole, è importante però che si sentano al sicuro e stabili fra le braccia del padrone.

Per prendere in braccio un gatto adulto bisogna mettere una mano sotto le zampe anteriori e l’altra sotto la parte posteriore. Alzadolo con delicatezza portiamo il gatto all’altezza del nostro torace una volta avvicinato a noi lasciamo che si aggrappi come meglio crede alla nostra spalla o all’altro braccio restando seduto sulla mano che lo sorregge da dietro. Se il gatto si sentirà tranquillo e sicuro inizierà subito ad emettere le fusa. Se al contrario il gatto mostra di voler scendere bisogna assecondare senza esitazioni la sua volontà, anche perchè un gatto costretto in una posizione che non gradisce non esita a liberarsi in qualsiasi modo, rischiando di farci o farsi del male. Se il gatto è accucciato sul nostro grembo e vuole scendere basterà smettere di accarezzarlo e lui salterà giù da solo, tornando da noi quando ne sentirà la necessità.

gatto in braccio

Consigli su come prendere un gatto in braccio

Il gatto è un animale che talvolta può sembrare scontroso e scostante, in realtà ha solo bisogno di sentirsi a suo agio nelle varie situazioni. Quindi ancora prima di sapere come prendere un gatto in braccio nel modo corretto, dovremo tenere conto della sua volontà. Il micio infatti si fa capire benissimo e non lascia spazio ad equivoci, bisogna solo saper cogliere il suo linguaggio del corpo. Quando si prende in braccio un gatto la presa deve essere decisa e delicata al tempo stesso perchè la nostra insicurezza nei movimenti mette in allarme il micio che, non sentondosi più al sicuro, tenterà di scappare immediatamente.

Una presa decisa però deve allo stesso tempo tener conto della sua piccola ossatura ed evitare movimenti bruschi o troppo irruenti per evitare di fargli male. Un gatto che viene preso in braccio fin da cucciolo sarà molto più propenso al contatto fisico e molto spesso sarà direttamente lui ad arrampicarsi tra le nostre braccia.