A Milano sterilizzazione gratis per cani e gatti!

sterlizzazione cani e gatti milano

Il Comune di Milano offre un sostegno economico per le famiglie in difficoltà economica, dando la possibilità di sterilizzare gratuitamente cani e gatti. Il progetto è finanziato dalla regione Lombardia, e punta a combattere un problema divenuto ormai una priorità, il randagismo.

Chi usufruisce della sterilizzazione gratis

L’amministrazione Comunale di Milano offre la sterilizzazione gratis per cani e gatti appartenenti a famiglie in bassa fascia di reddito. Ad usufruire di questa agevolazione saranno tutte le famiglia con un reddito Isee pari o non superiore ai 6.500 euro; inoltre verranno accettate le segnalazioni di enti come la Polizia Locale o l’Ats, Agenzia di Tutela della Salute. Il servizio sarà garantito fino al 31 dicembre, e riguarderà tutti gli animali iscritti all’anagrafe canina. A fare eccezione potranno essere soggetti con problematiche caratteriali o salutari, cui gli enti preposti consigliano vivamente la sterilizzazione.

Accedere al servizio è semplicissimo, basta un appuntamento telefonico con l’unità tutela degli animali del Comune di Milano ed una copia dell’iscrizione all’anagrafe canina e del certificato Isee. In base all’età, al sesso e allo stato di salute del cane o del gatto, il proprietario potrà usufruire di un bonus compreso fra i 60 e i 250 euro, che utiizzerà per sterilizzare l’animale nelle cliniche aderenti a questo progetto.

sterilizzazione milano gratis

La finalità del progetto milanese

A spiegare le motivazioni di questa imponente agevolazione è l’assessore con delega alle politiche per la tutela degli animali, Roberta Guaineri. E’ lei a raccontare di come per la prima volta il Comune di Milano si sia esposto in questa direzione; con il preciso intento di arginare il problema del randagismo. Il controllo delle nascite è fondamentale, soprattutto quando si parla di famiglie che poi si troverebbero in difficoltà nel crescere i cuccioli nella maniera più adeguata; e spesso si trovano nelle tristi condizioni di doverli abbandonare.

Questa inizaitiva è stata realizzabile, sempre secondo la Guaineri; solo grazie ai fondi stanziati dalla Regione Lombardia, e non è che il proseguo di una lotta serrata al randagismo che Milano porta avanti da anni, in collaborazione con associazioni animaliste esterne.