Cannabis per cani e gatti, una terapia contro stress e aggressività

cannabis per cani e gatti

Lo sappiamo tutti, oramai il concetto di cannabis come terapia in determinate situazioni per noi esseri umani è una realtà. La sostanza contenuta nella pianta è molto utile per favorire e superare periodi di forte dolore o stress. E in verità funziona, quindi perchè non utilizzare la cannabis per cani e gatti a livello terapeutico?

Cannabis per cani e gatti

Nasce da un progetto italiano che vede protagonisti quattro imprenditori napoletani, e finalmente il perbenismo lascia il posto alla logica. Proprio in quest’ultimo periodo sono diverse le startup che stanno iniziando a proporre prodotti a base di olio di cannabis come terapia per i nostri cani e gatti. Lo scopo principale per cui la cannabis entra nel mondo animale è quello di ripristinare un po’ di equilibrio umorale nei cani che l’hanno perso. Ed è così che diventa un ottimo rimedio per cani che soffrono di depressione o di aggressività esagerata. Ma non è tutto, pare che il cannabidiolo, il metabolita della pianta stessa, abbia un effetto lenitivo sui disagi che i nostri gatti subiscono i giorni successivi alla sterilizzazione.

Man mano che si andrà avanti, ne siamo certi, i benefici dell’utilizzo della cannabis sativa diventeranno sempre più palesi, e arriveranno a sdoganare completamente i limiti imposti dai tabù. Questo sarà sicuramente un gran salto per quelle startup che ora stanno credendo in questo progetto, ma soprattutto per i nostri animali; per loro potremo non certo sostituire, ma sicuramente affiancare alle cure specifiche, delle terapie a base di cannabis, totalmente naturali e non nocive.

cannabis per animali

Nessuna paura, la cannabis per cani e gatti non fa male

A scopo terapeutico viene estratto il CBD al 5%, una perentuale assolutamente legale e senza effetti collaterali. Sui nostri cani la cannabis sativa avrà un effetto miorilassante, e non ci sarà aggiunta di sostanze chimiche nocive per la loro preziosa salute. Si tratta, appunto, di olii a base di cannabis; certificati ed approvati dal Ministero della salute, prodotti in Svizzera e testati sul posto e successivamente in Italia. Non esiste nessun rischio che i prodotti a base di cannabidiolo creino una forma di dipendenza e non ci sono effetti psicoattivi.

Insomma sembrano non esserci effetti collaterali; solo tanti benefici nella cura di stati d’animo o di salute che possono creare un disagio per i nostri amici a quattro zampe. Questo argomento ci interessa non poco e siamo molto curiosi di vedere l’evoluzione che avrà un progetto così ambizioso nel mondo animale; speriamo di tornare a parlarne  presto quindi, con aggiornamenti e magari qualche testimonianza.