Repubblica Dominicana – Cane completamente dipinto di blu

cane dipinto blu

La non considerazione degli animali come esseri viventi, una delle principali cause di moltissimi dei maltrattamenti di cui parliamo ogni giorno. Vediamo cosa è successo a questo povero cane, cosa ha dovuto subire per l’incuria più totale del suo padrone.

Una storia già vista

Vi ricordate la storia del cane dipinto di verde? Ha commosso un po’ tutti, soprattutto perché, nonostante quello che aveva subito, continuava a cercare la mano amica dell’uomo. Ci risiamo, si parla di nuovo di un cane completamente dipinto, questa volta di blu! Ci troviamo nella Repubblica Dominicana, a Las Charcas de Azua. Un uomo di nome Juan Diego Pérez vive in quella zona, con tutta la sua ampia famiglia e diversi cani.

In un video che circola in queste ore sul web lo si può osservare dipingere con una certa cura il suo cagnolino di blu. L’uomo lo tiene quietamente fermo per il collo, sollevato da terra, e lo dipinge con vernice e pennello. Nel video si può sentire come, nel frattempo, l’uomo comunichi molto tranquillamente con altre persone che sono in circolo intorno a lui e al cane, e osservano impassibili la scena.

Nessuna conseguenza per Peréz

Il video è stato girato da un ragazzo, parente di Peréz, l’unico fra tutti i presenti a non essere d’accordo con quello che stava accadendo. In una parte del video, lo si sente dire con disprezzo che, tutto quanto sta succedendo, è responsabilità di Peréz così come di tutte le persone lì intorno. Il ragazzo, molto arrabbiato, decide di far circolare il video sul web, mostrando a tutti quella che lui definisce una barbarie. Il video arriva nelle mani della Polizia locale, che decide di intervenire andando a cercare il responsabile della violenza.

L’uomo, davanti agli agenti, si giustifica dicendo che il mattino successivo ha lavato con cura il cane, e che la sua azione aveva uno scopo ben preciso. Peréz dice di aver voluto provare a curare la sabbia del cagnolino, seguendo una pratica locale. Afferma inoltre di possedere più cani, e di non aver mai fatto del male a nessuno di loro. A suo credito possiamo solamente dire che, nonostante l’obbrobrio della verniciatura, l’uomo non mostra violenza verso il cane che tiene immobilizzato, e il piccolo non si ribella, probabilmente confuso da ciò che sta accadendo.

Di fatto, comunque, gli agenti hanno deciso di non prendere nessun provvedimento nei confronti del signor Peréz; e noi ci chiediamo se fra tutte quelle persone, agenti e civili, ci sia qualcuno che si renda conto di quanto può essere pericolosa la vernice per i cani. Reazioni allergiche, vomito, intossicazione, avvelenamento e infine morte, sono solo alcune delle conseguenze che possono esserci nel compiere un gesto del genere. Cattive intenzioni o no, il signor Peréz andava sicuramente punito, e con lui tutti i suoi spettatori.