Rolo – Il cagnolino che scodinzolò troppo

rolo cagnolino scodinzola troppo

Guardare sempre il lato positivo in ogni situazione è il nostro motto, e oggi vi daremo prova che è fattibile! Vediamo, nella noia mortale delle giornate passate in quarantena, chi è che non ne soffre affatto. La storia di Rolo e della sua coda..distorta!

Per noi è un sacrificio, per loro quasi un regalo

La quarantena che tutti stiamo affrontando in questo momento storico è dura, e lo è per diversi motivi. Oltre alle cose ovvie, alle preoccupazioni latenti, al non poter lavorare, c’è forse quello che per noi è il lato più oscuro. Rimanere chiusi in casa significa sospendere a tempo indefinito la nostra vita sociale; e l’uomo, si sa, non è un animale solitario. Questo è un particolare che ci accomuna ai nostri migliori amici a quattro zampe. Se c’è una cosa che dei cani sappiamo, è che non  amano la solitudine.

Alcuni si adattano ai ritmi dei loro padroni, e accettano di passare diverse ore da soli pur non essendo contenti; per altre razze è proprio impossibile, e infatti non sono compatibili con chi fa una vita che lo costringe a troppe ore fuori casa. Ma tutti, tutti i cani che vivono in famiglia esplodono di felicità quando rientra il loro padrone, ed è uno dei regali più belli che ci fanno, non è così? Ecco, tornando alla quarantena, tanto noi soffriamo nell’essere costretti in casa, tanto i nostri pelosetti ne godono. Alcuni più di altri, in qualche caso la felicità è talmente esagerata da avere delle..conseguenze fisiche non troppo piacevoli!

La distorsione della codina di Rolo

E’ il caso di Rolo, piccolo e adorabile cagnolino della signora Emma Smith. Rolo, da quando è iniziata la quarantena, ha scoperto che si può stare in compagnia tutto il santo giorno. Il piccolino è capitato in una famiglia in  cui tutti lavorano, ed è abituato a passare buona parte della giornata da solo in casa. Non fraintendetemi, Rolo è adorato in casa sua, coccolatissimo, ma è costretto a parecchie ore di solitudine. La signora Smith si assicura che ogni giorno, all’ora di pranzo, qualcuno lo porti fuori per la sua passeggiata. E quando la sera rientra tutte le sue attenzioni e quelle della sua famiglia sono per il cagnolino, che naturalmente è ben contento di riceverle. Dall’inizio della quarantena, però, Rolo non è più rimasto solo, neanche un attimo.

La sua felicità non faceva niente per nascondersi; durante le lunghissime ore di gioco o di coccole con chiunque, non smetteva mai di scodinzolare. Poi un giorno la sua padrona si è accorta che Rolo teneva la coda ferma in mezzo alle zampette posteriori. Sempre, anche durante il gioco; naturalmente ha capito subito che non era una cosa normale e si è messa in contatto con un veterinario online. Dopo aver spiegato la situazione di Rolo, e anche la vita a cui era abituato prima, il medico non ci ha messo molto a fare la diagnosi. Rolo ha una distorsione alla coda, il motivo? Il troppo scodinzolare!

Proprio così, a furia di agitare la coda per mostrare il suo entusiasmo in questi giorni, la sua coda ha subito una distorsione. Ora la cura è semplice, basterà solo che Rolo “contenga” per qualche giorno la sua felicità, e la sua coda tornerà perfetta. Ecco qui, abbiamo dimostrato che, da una cosa brutta e triste come la quarantena, c’è qualcuno che ne trae un grande beneficio! Certo, sarebbe stato meglio evitare la distorsione, ma siamo sicuri che Rolo è più che disposto a pagare questo prezzo per tutto il tempo che sta trascorrendo con la sua famiglia!