Uomo arrestato per aver picchiato selvaggiamente due cani a Trento

cani picchiati a trento

E’ una storia orribile, ma merita di essere raccontata, perchè tutti ne siano a conoscenza. Si tratta del triste destino di due cani, che la malaugurata sorte ha donato ad un uomo che li cresceva a forza di botte. Ma si tratta anche del buon cuore di chi ha denunciato e di chi ha portato i due cani lontano da una terribile vita quotidiana; sperando che siano stati salvati prima di arrivare ad odiare tutti gli esseri umani.

Le segnalazioni che hanno portato all’arresto

Siamo a Trento, Trentino Alto Adige. Un uomo di origine straniera, ma residente a Trento da molto tempo, è stato finalmente arrestato, ed ora sconterà otto mesi di carcere. La sua colpa è di aver picchiato in modo selvaggio i suoi due cani; sono due Dobermann sfortunati quelli capitati nelle mani di questo signore. A far scattare gli accertamenti sono state le numerose segnalazioni alla Lega Nazionale della difesa del cane da parte di privati cittadini, che lo hanno ripetutamente visto picchiare i suoi cani, perfino in mezzo alla strada. Pugni, calci, cintate. Tirati su per il collare fin quasi a soffocarli, colpiti violentemente con catene di ferro.

Le prime denunce sono giunte l’estate dell’anno scorso, quando per le prime volte quest’uomo, un quarantacinquenne di origini straniere, era stato visto colpire violentemente i suoi due Dobermann in piazza Centa, a Trento. L’uomo non mostrava nessun rispetto per i suoi animali, neanche un minimo di pietà. Non si creava nessun problema a massacrarli di botte neanche davanti ai passanti, che rimanevano attoniti a fissare l’orribile scena.

Il verdetto del giudice

Per fortuna al mondo ci sono tante persone che non tollerano la violenza di nessun genere, compresa quella contro gli animali. Le segnalazioni sono state tante, e tutte coerenti fra loro. I primi accertamenti sono scattati quasi immediatamente, e in breve tempo l’uomo, colto sul fatto, è stato fermato dalle Forze dell’Ordine e rinviato a giudizio. Ora si è concluso il processo che lo ha visto protagonista, colpevole di maltrattamento di animali e lesioni aggravate. Il verdetto è arrivato, otto mesi di carcere per lui e l’immediato allontanamento dai due cani, che al momento sono stati portati al sicuro. Speriamo che in futuro gli sia proibito prendere con sé altri animali, perchè nutriamo qualche dubbio sulla redenzione di questi soggetti.