Coniglio d’Angora varietà e caratteristiche del coniglio Angora nano

coniglio angora

Il Coniglio d’Angora è razza di coniglio domestico che viene allevato per la sua lunga e soffice lana. Esistono numerose varietà di coniglio d’Angora, ma solamente quattro sono riconosciute dall’American Rabbit Breeders’ Association (ARBA): coniglio angora inglese, Francese, coniglio d’angora gigante e Satin. Tra le varietà non riconosciute si ricordano il Tedesco, il Cinese, lo Svizzero, il Finlandese, il Coreano e il San Luciano. Scopriamo le origini di questo bellissimo coniglietto, le caratteristiche del coniglio nano angora e molte altre curiosità!

Origini e storia del Coniglio d’Angora

La razza del coniglio d’Angora è sicuramente una delle più antiche e le sue origini sono legate alla città turca di Ankara da cui prese il nome (anticamente nota come Ancyra o Angora, appunto), proprio come è accaduto per il gatto d’Angora e la capra d’Angora. Il coniglio Angora guadagnò grande popolarità presso i reali francesi della metà del XVIII secolo, diffondendosi in tutto il resto d’Europa nel corso del secolo. E’ approdato negli Stati Uniti solo ai primi del XXI secolo.

Occorre dire che veniva (e viene) allevato, spesso, per la sua preziosa lana d’angora che può essere raccolta con la pettinatura o la tosatura e, purtroppo, anche con altre pratiche a dir poco inumane. Il pelo del coniglio angora misura appena 11 micron di diametro ed è più sottile e soffice del cachemere. Fortunatamente, le sue caratteristiche lo rendono oggi un coniglio da compagnia molto apprezzato.

coniglio angora

Cura del coniglio d’Angora, alimentazione

Il pelo del coniglio d’Angora deve essere pettinato regolarmente, per prevenire l’opacizzazione e l’infeltrimento. Sembrerebbe che il pelo del coniglio d’Angora Satin tenda ad aggrovigliarsi facilmente. Secondo alcuni, il coniglio d’Angora andrebbe tosato ogni 3 o 4 mesi. Secondo altri, occorrerebbe osservare solo alcuni piccoli accorgimenti, come ad esempio far giocare il coniglietto con oggetti in grado di raccogliere il pelo, delle piccole pigne sarebbero l’ideale!

Per quanto invece riguarda l’alimentazione del coniglio nano d’Angora ricordiamo che la sua dieta deve essere esclusivamente a base di fieno per conigli, cicoria e lattuga (sempre ben asciugata), carote e frutta in piccole quantità.

razza coniglio d'angora

Standard di razza coniglio Angora

Coniglio Angora inglese

Il peso del coniglio d’Angora inglese oscilla tra i 2 e i 3,5 kg. Le varietà accettate dall’ ARBA sono 6:  ruby-eye white, pointed white, self, shaded, agouti e broken. Sin al 1939 era accettata solo una varietà, l’ “Angora Wooler”. Successivamente l’ARBA riclassificò l’ Angora Wooler nel tipo “Inglese” e in quello “Francese”. Nel 1944, infine, l’ARBA distinse ufficialmente il nostro amico nell’ “Angora Inglese” e “Angora Francese”. I conigli d’Angora sono caratterizzati da una pelliccia compatta lungo il corpo e dalla crescita di lana anche sulle orecchie e sull’intero muso, ad eccezione del naso e il dorso delle zampette anteriori.

Si ricorda che il coniglio d’angora Inglese è l’unico che presenta gli occhi ricoperti dal pelo. Il pelo, fitto e lungo, necessita di essere spazzolato almeno due volte alla settimana. Questa è la più piccola delle razze di conigli d’Angora riconosciute e anche la maggiormente diffusa come animale da compagnia, complice il suo aspetto “coccoloso”. Se la consistenza del pelo è normale, il suo mantenimento non presenterà maggiori problemi del consueto, se invece la consistenza è crespa, richiederà molte più attenzioni.

La pelliccia del coniglio può essere di vari colori, anche maculata (ad esempio, bianco con macchie nere) sebbene non accettata dagli standards ARBA. Oltre al pelo monocromatico, anche le unghie delle zampette devono presentare un solo colore, le orecchie devono essere ricoperte di pelo sino alle punte e la peluria facciale deve ricoprire anche gli occhi.

coniglio d'angora inglese

Coniglio Angora Francese

Il peso del coniglio d’Angora francese oscilla tra i 3,5 e i 4,5 kg. Le varietà accettate dall’ ARBA sono 8: agouti, pointed white, self, shaded, ticked, wide band, ma anche con toni bruni e macchiato. Questa razza possiede una importante sottopelliccia. Se la consistenza è normale, il suo pelo richiede minor cure di mantenimento rispetto alle altre razze di conigli Angora. Il coniglio Angora francese è una delle razze più grandi e si distingue dall’ “Inglese”, dal “Gigante” e dal “Tedesco” perché presenta la testa, il muso e la parte anteriore della zampe, con dei ciuffi più radi sulle zampette posteriori. Il pelo di questa varietà è liscio e setoso.

Presenta inoltre piccoli ciuffi sulle orecchie, ammessi dallo standard anche se non molto apprezzati. I colori riconosciuti dall’ARBA sono gli stessi dell’Angora Inglese, ma sono ammesse anche le varietà non monocromatiche che vengono presentate come “colored”. Le unghie delle zampette devono essere sempre di un unico colore proprio come per la razza “Inglese”.

coniglio angora francese

Coniglio Angora Gigante

Il peso del coniglio d’Angora Gigante oscilla, mediamente, intorno ai 5 -5,5 kg. L’ARBA ne accetta una sola varietà, la ruby-eyed white e l’albino. Il coniglio d’Angora Gigante è la razza più grande accettata dagli standards dell’ARBA ed è stata creata da Louise Walsh, di Taunton nel Massachussets a scopo di allevamento per il suo pelo. Il Coniglio Angora tedesco non è riconosciuto dall’ARBA poiché la sua corporatura sarebbe troppo simile a quella delle altre razze. Sembrerebbe che la signora Walsh abbia cercato di creare una nuova razza partendo da essa, incrociandolo con il French loop e il Flemish Giant per ottenere un coniglio dalla corporatura completamente diversa.

Il coniglio Angora Gigante possiede dei ciuffi di pelo sulle orecchie e sul muso. Il colore bianco è legato all’assenza di pigmenti nel corredo genetico del nostro amico. Come per l’Angora tedesco, si consiglia la tosatura ogni 3 mesi circa. Basti pensare che, se nutrito correttamente, il suo pelo crescerà di 3 cm circa, al mese. Se non lo si taglia, occorrerà spazzolarlo regolarmente, inoltre ricordatevi dopo i sei mesi di controllarlo sempre e curarlo con molta attenzione, visto che tenderà a rovinarsi ed a infeltrirsi. La sua pelliccia è molto fitta, la testa è ovale, larga sulla fronte e sottile verso il muso.

L’Angora Gigante possiede dei ciuffi di pelo sulla fronte e sulle guance. I ciuffi sulla testa sono rilevanti, sebbene non siano fitti quanto quelli sulla schiena. Il pelo sulle orecchie è sfrangiato e raggruppato in altri piccoli ciuffetti. Come per le altre razze di conigli giganti, il coniglio gigante d’Angora cresce molto lentamente. Una coniglietta impiega più di un anno prima di raggiungere la piena maturità, mentre un cucciolo maschio impiega sino ad un anno e mezzo (per taglia e peso).

coniglio angora gigante

Coniglio Angora Satin

Il peso del coniglio d’Angora Satin oscilla tra i 3 – 4,5 kg. L’ARBA ne accetta 6 varietà: l’agouti, il pointed white, self, shaded, sicked e wide band. Il coniglio Angora Satin deriva dall’incrocio tra un coniglio Satin e il coniglio d’Angora francese. La razza è nota per la lucentezza del pelo che contribuisce alla profondità dei colori, all’elevata lucentezza e alla texture estremamente soffice. Somiglia molto al coniglio Angora francese, poiché non ha peluria sul muso, sulle orecchie o sulle zampine e il suo pelo è abbastanza facile da spazzolare, sebbene si raccomandi di pettinarlo quotidianamente.

L’ARBA ammette le varietà bianca e colorata (le varietà pezzate non sono ancora state ammesse). Il colore del coniglio d’Angora Satin invece è determinato dal colore della sua testa, zampine e coda che devono essere tutte dello stesso colore.

coniglio angora satin

Coniglio Angora carattere

Il carattere del coniglio d’Angora è molto docile ad affettuoso; con la propria famiglia adottiva è in grado di stabilire fortissimi legami. Vedrete che il vostro coniglio angora nano si affezionerà tantissimo a voi e vi sorprenderà con la sua incredibile curiosità, cercherà di mettere il suo musino nei posti più impensabili della vostra casa. Se avrete due coniglietti, vi ricordiamo che due maschi di solito non vanno tantissimo d’accordo, uno maschio e uno femmina invece vi lasciamo già immaginare cosa può succedere, con due femmine sicuramente andate più sul sicuro!

allevamento coniglio angora

Allevamento coniglio d’Angora, prezzo

Se volete acquistare un coniglio d’Angora fate sempre molta attenzione alle condizioni igieniche in cui è tenuto l’animale. Come abbiamo già anticipato è una razza di coniglio molto delicata, di conseguenza si sconsiglia assolutamente l’acquisto prima dei 60 giorni di vita. E’ inutile ricordare che dovrete assicurarvi dal vostro allevatore che il vostro piccolo amico sia in forma e in salute. In ogni caso, una volta acquistato è assolutamente consigliabile portarlo dal veterinario per un controllo.

Nel nostro paese esistono diversi allevamenti, il prezzo di un coniglio d’Angora non rientra sicuramente tra i più economici (un coniglio angora inglese può superare tranquillamente 100€), questo per via della sua preziosissima lana. Come sempre vi consigliamo, al di la del costo, di rivolgervi esclusivamente ad allevamenti di conigli d’angora specializzati, evitando accuratamente i vari annunci su internet.