Cani e persone anziane, prendere un cane per un anziano è egoismo o amore?

cani e persone anziane

Prendere un cane per far compagnia ad una persona anziana è una buona idea? E quali sono le caratteristiche che l’animale dovrebbe avere? Esiste la razza perfetta per le persone anziane? Queste sono le domande da porci prima di affidare un cane ad una persona di una certa età..o il contrario.

E’ giusto prendere un cane per una persona anziana?

Prima di prendere un cane per un anziano bisogna fare un ragionamento etico e morale, e porci la prima domanda, la più dura da affrontare. Se il padrone dovesse morire prima del cane che ne sarebbe di lui? E se invece fosse il cane a lasciare il suo anziano padrone, quest’ultimo sarebbe in grado di gestire il dolore? Non è facile rispondere, e naturalmente la risposta perfetta non esiste. Ma bisogna partire da un presupposto, i cani hanno bisogno di amore e le persone anziane hanno bisogno di qualcuno da amare. E il tempo a loro disposizione è una variabile che fa paura, certo, ma non è la cosa più importante da valutare.

Immaginate un nonno rimasto solo. Un uomo che per tutta la vita si è sentito un capofamiglia indispensabile. A un certo punto della vita i figli e persino i nipoti vanno per la loro strada, e troppe volte uno dei due coniugi rimane solo; fermo a ripensare ad una vita passata al fianco di qualcun’altro. Perso nel silenzio della propria casa dove da troppo tempo i bambini non giocano più. A quel punto arriva uno strano stato d’animo, ci si sente inutili, e molto spesso un peso per il resto della famiglia. Non si trova la motivazione giusta, e spesso purtroppo ci si limita ad aspettare che la giostra si fermi per poter scendere.

E’ dura affrontare la vecchiaia in solitudine, e forse un cane potrebbe essere la soluzione giusta. Prendere un cane per un anziano può significare riaccendere la scintilla della vita; un cane “costringe” l’anziano a non lasciarsi andare, a non cadere nella trappola della pigrizia e della solitudine. C’è da farlo mangiare, portarlo a spasso, dal veterinario e tenerlo pulito. Tante cose, per cui si torna ad essere indispensabile. Un cane che la mattina abbaia perchè vuole uscire è certamente un’ottima spinta per scendere dal letto!

razze canine persone anziane

Razze canine per persone anziane

Anche questa non è una scelta facile da fare; partendo dal presupposto che un cucciolo va educato da zero, va gestito nella sua esuberanza e controllato a vista, la cosa migliore per un anziano è probabilmente prendere un cane già adulto. Possibilmente già educato, o almeno sulla buona strada. Bisogna valutare l’atteggiamento del cane, e trovare un compagno calmo e ubbidiente, già abituato a vivere in una famiglia e a rispettare delle regole. Allo stesso tempo è importante valutare bene la razza che andremo a scegliere per i nostri nonni.

Vari studi indicano insistentemente il meticcio come razza più adatta agli anziani. Fondamentalmente è importante che il cane non sia di taglia troppo grande, potrebbe essere difficile per loro portarlo al guinzaglio, o potrebbero cadere sotto uno slancio esagerato d’affetto. Via libera quindi ai cani di taglia medio piccola, in buona salute e tranquilli di indole. Non ultimo, bisogna valutare i tratti caratteriali più importanti del cane. Non deve essere certo aggressivo, ma neanche troppo timido. Inoltre non deve avere la tendenza a scappare, per paura o alla ricerca di avventura, e soprattutto deve essere affettuoso.

cani e anziani

Quali benefici traggono l’uno dall’altro il cane e l’anziano?

Il cane che trova una famiglia, soprattutto se non più cucciolo, trova la felicità; la sicurezza di una casa, l’affetto di una carezza amorevole, il tepore della pancia riempita da buon cibo. Se la famiglia che lo accoglie lo accudisce nel modo giusto il cane ha tutto da guadagnare; e non gli importa se il padrone ha due o cento anni, lui lo amerà nello stesso modo. Al tempo stesso l’anziano che adotta un cane riprende fiducia in sé stesso, l’autostima che sale e la forza d’animo rinvigorisce. Si sente utile, responsabile di una vita; di nuovo amato e rispettato.

Non soffre più la solitudine e ricomincia ad uscire; proprio quando le forze stavano lasciando il posto al torpore, il cane lo porta indietro nel tempo, e gli regala una seconda opportunità. Nel rapporto fra cane e anziano dunque è difficile scegliere quale dei due ci guadagna di più, sono sicuramente un regalo del cielo l’uno per l’altro. La conclusione quindi, secondo noi, è che regalare un cane ad una persona anziana è un ottima scelta. Facendo un giro nei canili troveremo sicuramente il cane adatto, e salveremo due vite.