Come educare un coniglio a fare i bisogni nella lettiera

come educare un coniglio a fare i bisogni nella lettiera

Che bello accarezzarlo, vederlo saltellare per la casa, venirci incontro e giocare! Abbiamo appena preso un dolcissimo coniglietto e siamo pieni di entusiasmo e di aspettative ma (ricordiamolo sempre) un coniglio nano non è un giocattolo o un amico immaginario che fa tutto quello che noi vogliamo! Quando prendiamo con noi uno di questi tenerissimi amici, dobbiamo seguire e far seguire a lui, alcune piccole regole di convivenza e di rispetto reciproco, ad esempio è importante sapere come educare un coniglio a fare i bisogni nella lettiera.

Educare il coniglio alla lettiera | Premessa

Una delle regole importanti è quella di insegnare al coniglio a fare i bisogni nella lettiera, evitando così di trasformarci in cani da tartufo ed ispezionare ogni giorno la casa alla ricerca di odori sospetti! Il nostro piccolo amico deve imparare che la lettiera per conigli è un bel luogo dove fare i propri bisogni e che non c’è necessità di farli altrove. È del tutto inutile sgridarlo, magari portandolo sul “luogo del delitto” per mostrargli tutto il nostro disappunto. Inoltre evitate assolutamente punizioni fisiche: insomma, non prendetelo mai per le orecchie, né dategli piccoli colpetti sula testolina o sul sederino!

Se vogliamo che il nostro amico faccia ciò che vogliamo dobbiamo convincerlo a farlo: non c’è altro sistema. Per convincerlo dobbiamo educare il coniglio, cioè, dobbiamo creare un’abitudine. In genere, il coniglio sceglie uno o più luoghi dove urinare e lasciare le proprie feci sotto forma di palline rotondeggianti. Insegnare al coniglio a non sporcare in casa significa insegnargli a scegliere un unico posto. In entrambi i casi, il deposito di materiale organico costituisce per il nostro coniglietto un’azione di “marcatura” del proprio territorio. Per educare un coniglio a fare i bisogni nella lettiera occorre offrirgli un contenitore adatto, ma considerate fin dall’inizio, che ci vorrà molta pazienza!

Occorre, innanzitutto, partire dal presupposto che si tratta di una questione territoriale: è normale che il vostro coniglietto lasci qualche pallina intorno alla sua gabbietta o allo spazio che gli avete adibito in casa e questo serve a lui/lei per marcare il “suo” spazio privato, un po’ come se vi apponesse un cartello con la scritta “questa è la mia stanza!”. Per questo motivo è molto importante che il nostro piccolo amico identifichi il suo spazio, distinguendolo dal resto della casa dove comunque deve essere libero di andare ed esplorare.

insegnare al coniglio dove fare i bisogni

Come addestrare un coniglio alla lettiera | Il luogo

Per educare un coniglio a fare i bisogni nella lettiera possiamo seguire alcuni piccoli accorgimenti. Prima di tutto dovremo far sentire il nostro amico come il re del suo spazio. In primo luogo non bisogna forzarlo: è sconsigliabile infilarlo dentro una gabbia o una cassetta, si consiglia invece di esortarli con pazienza e invogliarli a raggiungere quello spazio tutto suo. Questo vuol dire che se il coniglio nano è seduto tranquillo sul divano accanto a voi, non dovrete prenderlo (né rincorrerlo!) e infilarlo nella sua gabbia, ma portarlo verso di essa e lasciare che sia lui ad entrarvi.

In secondo luogo non dobbiamo fare cose che a lui non piacciono vicino al suo spazio. Vi consigliamo di non riempire di cibo la sua ciotolina mentre è dentro la gabbietta, né di pulirla. Se svolgete queste operazioni quando lui non è al suo interno, il vostro coniglietto non percepirà la pulizia della gabbietta come un’invasione del proprio territorio. Lo stesso discorso vale per lo spazio che gli è stato adibito in una stanza, con l’aggiunta di un ulteriore accorgimento: occore delimitare accuratamente il suo spazio con un nastro, un tappeto o qualsiasi altro oggetto adatto, che non dovrete quasi mai oltrepassare.

Uno dei trucchi per far sì che il nostro amico lo scelga come unico posto per defecare è quello di fargli comprendere che quello è un luogo sicuro e uno spazio tutto suo. Inizialmente si consiglia, comunque, di utilizzare più contenitori: non appena inizierà a prediligere il luogo che gli offrite come “suo”, potranno essere diminuiti sino ad uno solo.

educare un coniglio alla lettiera

Come educare un coniglio a fare i bisogni nella lettiera

Rispetto ai cuccioli, i conigli più grandi solitamente rispondono meglio all’addestramento, poiché la loro capacità di attenzione e le loro capacità di apprendimento aumentano nel corso del tempo. Inoltre, occorre tenere a mente che, in genere, quando il nostro amico raggiunge i 4-6 mesi, i suoi ormoni diverranno attivi e inizierà a marcare il territorio. Questo vuol dire che se adottate un cucciolo di coniglio, ci vorrà solamente un po’ più di tempo e di pazienza!

Si inizia con il mettere uno o più contenitori all’interno della gabbietta e dello spazio in casa a lui dedicato per correre. Se vediamo che il coniglietto urinerà in un angolino dove non c’è nessuna vaschetta, ne sposteremo una lì finché non la userà in maniera corretta. Se quando la usa si raggomitolerà in essa, non c’è da preoccuparsi: è naturale! Se si trova in gabbia, dopo aver utilizzato la vaschetta lasciate aperte le porte per farli uscire, ricordatevi che devono sempre poter entrare e uscire a loro scelta. Mettete sempre un po’ di fieno per conigli all’interno del contenitore per renderlo più accogliente. Elogiamoli quando usano la vaschetta, possiamo dar loro anche un piccolo premietto.

Consideriamo che quando avrà utilizzato la vaschetta correttamente, almeno un paio di volte, saremo già sulla buona strada perché si sta iniziando a creare un’abitudine! I conigli sono animali abitudinari: quando si stabilisce una routine quotidiana la seguiranno sempre: perciò, scegliete accuratamente gli spazi e i luoghi per lui, perché non ama cambiare, a meno che non vi si trovi a disagio! Vedrete che una volta che sarete riusciti ad educare un coniglio a fare i bisogni nella lettiera non dovrete più fare il cane da tartufo in cerca di quelle “simpatiche” palline per tutta casa!