Harrier carattere e informazioni sulla razza canina inglese

Harrier

Parliamo dell’Harrier, un cane originario della Gran Bretagna. Scopriamo qual è la sua storia e quali le sue caratteristiche fisiche. Conosciamo un po’ il suo carattere e proviamo a capire qual è la famiglia adatta a lui.

Origini e Storia dell’Harrier

L’Harrier è un cane di origine inglese, la cui discendenza non è comprovata da documenti scritti né da ritrovamenti di sorta. Secondo i più esperti cinofili il Bulldog inglese, incrociato con il Levriero inglese e con il Fox Terrier, diede vita alla razza; in tempi più recenti pare sia stato aggiunto anche il sangue del Foxhound, reso evidente dalla somiglianza fisica. Fantastico nell’arte venatoria, e specializzato nella caccia alla lepre, il nome Harrier proviene proprio da “hare”, che in lingua inglese significa lepre.

Harrier prezzo

Standard di razza del cane Harrier

Cane di taglia media, l’Harrier ricorda da vicino il Foxhound, ma con una fisicità più snella e delicata. L’altezza media al garrese di un maschio adulto è di circa 55 cm, per un peso perfettamente proporzionato. La corporatura è robusta e coadiuvata da una forte muscolatura, tuttavia le linee risultano morbite e delicate, mai eccessive. Il dorso è muscoloso e robusto, ma visivamente leggero, affatto appesantito da peso inutile. Il torace è disceso e non troppo largo, il ventre non è retratto ma segue una linea obliqua e snella. La groppa appena discesa, non troppo massiccia.

Le zampe sono dritte e bene in appiombo, la muscolatura è tonica e l’ossatura leggera; i piedi ben chiusi hanno un’ottima presa sul terreno. La coda è mediamente lunga e piuttosto robusta, inserita a media altezza e portata leggermente sollevata. Il collo ha un’ampia circonferenza e un perfetto inserimento nel torace, tonico e senza tracce di giogaia. La testa è di media dimensioni, il cranio leggermente stretto fra le orecchie; lo stop è evidente ma non esagerato, il muso allungato e non sfinato, il profilo signorile e ben disegnato. Gli occhi sono di giuste proporzioni, non allungati né tondi. Non sono sporgenti e neanche infossati, il colore è bruno e l’espressione dolce e attenta.

Le orecchie sono attaccate in alto, piuttosto corte e larghe alla base, hanno la forma di una V e vengono portate piatte, leggermente voltate. La pelle del cane è morbida e molto elastica, mai lassa. Il pelo è liscio e mediamente lungo, viene portato piatto e aderente al corpo, e viene definito all’inglese. Il colore di fondo è bianco, ed è cosparso di sfumature che variano dal nero all’arancio. Al di fuori dell’Inghilterra di solito è tricolore, e il colore di fondo può essere nero.

Harrier cuccioli

Cura del cane Harrier, alimentazione

Come tutti i segugi inglesi, l’Harrier gode di buona salute, molto robusto e temprato da una vita passata all’aperto, non richiede più dei soliti controlli di routine. La sua alimentazione deve essere varia e abbondante, ben bilanciata e sempre di ottima qualità. Il pelo del cane è di facile pulizia e gestibile senza l’aiuto di toilettatori specializzati.

Harrier carattere

Carattere dell’Harrier

L’Harrier è un perfetto cane da caccia, veloce, dinamico e sicuro. La sua esagerata propensione all’attività venatoria rende difficile perfino la sua diffusione al di fuori della Gran Bretagna. Ma c’è di più, il cane inglese può essere un ottimo cane da compagnia, con il suo carattere brillante e vivace è indicato per tutte quelle persone che amano interagire con il proprio cane. Non può assolutamente prescindere dal movimento fisico, e preferisce indubbiamente le battute di caccia ad una cauta passegiata; inoltre non si adatta alla vita di città in quanto ha bisogno di ampi spazi e di contatto con la natura.

Ma se si vive in campagna, l’Harrier può essere davvero un ‘ottima scelta, perfetto per stare in compagnia dei bambini e affettuoso con tutta la sua famiglia. Identifica il suo padrone nella persona che asseconda di più il suo bisogno di libertà, e con lui stabilisce un rapporto profondo e indissolubile. Con gli estranei non è aggressivo, ma non si sbilancia mai, con gli altri animali è tollerante, sempre che non abbia la percezione che gli stiano invadendo il proprio spazio.

Allevamento Harrier

Allevamento Harrier, prezzo

L’Harrier è un cane molto ben diffuso nella sua terra di origine, ma anche in Francia. In Italia si contano almeno tre allevamenti specializzati e riconosciuti dall’ENCI, ma il numero di esemplari presenti nel nostro Paese è molto limitato. Il prezzo di un cucciolo di harrier, in Italia, può arrivare anche a 1.000 euro, meno se ci si rivolge ad allevamenti francesi o inglesi.