Quali sono le razze di cani più intelligenti?

razze di cani più intelligenti

Chiunque possegga un cane è straconvinto che la razza più intelligente sia quella a cui appartiene il suo. I possessori di meticci sono certissimi, e ne hanno motivo, che questi ultimi abbiano una marcia in più rispetto alle razze riconosciute ufficialmente. Ci sono mille aneddoti che il proprietario di un cane può raccontare per avvalorare la tesi che il suo sia il cane più intelligente al mondo, d’altra parte come si dice, ogni scarrafone..? Ma allora quali sono le razze di cani più intelligenti se vogliamo rimanere obiettivi? Esiste una lista ufficiale?

La lista di Stanley Coren

In realtà esiste una vera e propria classifica che stabilisce quali sono le razze canine più intelligenti al mondo, si tratta della lista di Stanley Coren. Coren è un ricercatore americano che, al fianco di 230 esperti in materia, ha stilato una serie di test attitudinali, in grado di valutare la capacità lavorativa e il livello di obbedienza di ben 130 razze canine.

Con i risultati in mano Coren è riuscito a scrivere un report, e successivamente un libro; si tratta di “L’intelligenza dei cani”, libro in cui vengono presentate e descritte 80 razze suddivise in sei gruppi. A questo punto è stato semplice stilare la lista; basata principalmente sul numero di volte in cui un ordine deve essere ripetuto per farlo imparare ad una determinata razza.

Razze canine più intelligenti

La classifica delle razze di cani più intelligenti

Il cane più intelligente al mondo risulta essere il Border Collie. Conosciutissimo e meraviglioso esemplare di cane da pastore, pare che incarni il mix perfetto fra obbedienza, dedizione al lavoro e coraggio. Il tutto amplificato da una enorme predisposizione al gioco.

Al secondo posto troviamo il Barboncino, vulcano di energia coadiuvata da un’impressionante capacità d’apprendimento..pensate solo a quante volte abbiamo visto questo cagnolino impegnato in numeri da circo. Piccolo e tenace, grande amico dei bambini..che non guasta mai!

A seguire non può mancare il Pastore Tedesco; forte, saggio e oltremodo leale, il Pastore Tedesco viene impiegato dalle forze dell’ordine di tutto il mondo proprio per la sua capacità immediata di prendere decisioni risolutive.

Quarto in classifica è il Golden Retriever, il cane buono. Solido nel fisico e nel carattere, il Golden Retriever viene spesso affiancato ai bambini autistici e utilizzato per il ritrovamento delle vittime nelle sfortunate calamità naturali. Oltre ad un potenziale impressionante a livello di apprendimento, a fare la differenza e la sua fortissima empatia.

cane più intelligente al mondo

Quinto secondo Coren è il Dobermann. La sua principale attitudine è quella di memorizzare in un tempo brevissimo i comandi che gli vengono insegnati, e ripetrli alla perfezione quando vengono impartiti. Nonostante la cattiva reputazione fra i meno esperti, il Dobermann è uno fra i cani più intelligenti al mondo; capace di stabilire con il suo padrone un rapporto di totale fiducia, da pari a pari.

Segue lo Shetland Sheepdog, il pastore scozzese. Nonostante la diffusione limitata, tanto da essere uno sconosciuto per molti, risulta uno dei cani più predisposti alla guardia e alla difesa. Coraggioso e veloce, è un cane perfettamente in grado di bilanciare i suoi istinti, senza mai mostrare aggressività immotivata.

Al settimo posto troviamo il Labrador Retriever, uno dei cani più conosciuti al mondo. Come ignorare lo sguardo dolce e i modi affettuosi di questo eterno cucciolo? Eppure le sue capacità cognitive lo piazzano fra i primi posti in fatto di intelligenza; predisposto al nuoto ma non solo, la sua sbalorditiva capacità di riconoscere il pericolo gli ha garantito un posto fisso come rilevatore di bombe.

Dopo avervi illustrato i primi posti della classifica di Coren ci sembra doveroso sottolineare che l’intelligenza del cane va ben oltre la predisposizione di una razza. Un cane che fin da piccolo viene inserito in un ambiente sano, diretto verso la socializzazione, sarà sicuramente un passo avanti agli altri, a prescindere dalla razza. Ricordiamoci che già da piccoli è necessario stimolare le attività cerebrali del cane, con l’aiuto di giochi interattivi per cani e molta molta forza di volontà.