Naso secco cane | Cane naso asciutto e screpolato, quando preoccuparsi?

naso secco cane

Naso secco cane… quando preoccuparsi? Se c’è una cosa che tutti i dog lovers fanno, è proprio controllarne il naso del cane, già, perchè leggenda vuole che un naso secco sia sintomatico di problemi di salute. Beh, è ora di sfatare un mito, la notizia è questa: non è sempre così, può capitarvi di vedere il vostro cane con il naso secco senza che abbia nessun tipo di problema. In effetti i motivi per cui il tartufo del cane può diventare secco e spesso anche screpolato sono molteplici, ma quasi mai è un campanello di allarme. Scopriamo insieme le cause del cane con naso asciutto e screpolato.

Cane naso secco e screpolato | Cause e rimedi naso secco cane

Per prima cosa facciamo attenzione al clima che circonda un cane, ad esempio in piena estate è perfettamente normale che un cane che passi del tempo all’aria aperta, con quaranta gradi all’ombra, abbia il naso secco. Un po’ come succede alla nostra pelle, l’esposizione prolungata al sole o ad un’alta temperatura può avere questo effetto sul tartufo del cane, specialmente se il naso è rosa o comunque chiaro. Qualche volta potrebbero comparire anche delle screpolature sul naso del cane e delle piccole macchiette, in questo caso possiamo utilizzare una crema emolliente e protettiva apposita per i cani, attenzione a non usare quelle destinate agli umani.

E se siamo in inverno, vi chiederete voi, perchè il cane ha il naso asciutto? L’esposizione al vento freddo di tramontana può fare lo stesso effetto del caldo torrido, e anche la vicinanza ai termosifoni. Naturalmente i cani adorano dormire vicino ai radiatori in pieno inverno e starsene al calduccio, magari vicino al camino acceso. L’aria calda che circola vicino al muso del nostro cane fa si che il suo naso si secchi, a volte così tanto da presentare piccole ferite. Proviamo ad utilizzare un po’ di olio di vasellina per ammorbidire la pelle del tartufo, tutto tornerà normale. In questi casi l’unica cosa a cui bisogna badare è che, una volta tolti i nostri amici dal contatto diretto con i raggi del sole, o dal vento freddo, o da vicino ai termosifoni, il naso del cane torni normalmente umido nel giro di pochissimo tempo.

tartufo cane

Naso secco cane, sintomi della disidratazione

Un altro particolare momento in cui possiamo riscontrare il naso del cane secco e screpolato è durante il sonno, il motivo? Il più ovvio del mondo, mentre il cane dorme non si lecca il naso come fa ripetutamente da sveglio, per questo lo stato di umidità abituale viene a mancare. Non appena si sveglierà tutto tornerà normale.

E se invece fosse disidratato? Vi sembra impossibile? Non lo è affatto, accade spesso infatti, che il cane non beve durante il giorno la giusta quantità d’acqua che invece dovrebbe assumere, ed uno dei primi sintomi della disidratazione è proprio il cane con naso asciutto. Va anche detto che non è affatto semplice misurare l’acqua che beve il nostro cane nell’arco di una giornata, possiamo però assicurarci che abbia sempre delle ciotole piene di acqua fresca, anche più di una se l’ambiente in cui vive è molto grande, soprattutto se avete un giardino in cui il vostro amico corre e si diverte, una ciotola deve essere sempre presente anche all’esterno. Se il cane avrà sempre a disposizione acqua bella fresca e pulita sentirà più spesso il richiamo della sete, e il problema della disidratazione nel cane non si porrà.

cane naso asciutto

Cane naso asciutto e screpolato | Allergie naso secco cane

Ad asciugare in modo esagerato il naso del cane, fino a renderlo screpolato, possono essere anche delle allergie a noi sconosciute. Potrebbe infatti trattarsi di un’allergia alimentare nel cane e in questo caso avremo bisogno del veterinario che ci aiuti a capire quale alimento è ad infastidire il nostro amico.

Ma potrebbe anche trattarsi di un’allergia alla plastica, e allora bisognerà sostituire le sue ciotole colorate con altre di alluminio, ad esempio, o eliminare tutti i giocattoli per cani che non siano di materiali antiallergici. In questo caso il discorso è un po’ più complicato perchè il nostro cane troverà plastica ovunque, dentro casa forse possiamo controllarla ma all’esterno è più difficile. Ma allora cosa possiamo fare? Indubbiamente possiamo evitare il più possibile il contatto diretto con il materiale che crea allergia al nostro cane, in più possiamo alleviare la secchezza che inevitabilmente scaturirà ad ogni contatto involontario. A questo scopo il veterinario saprà consigliarci degli emollienti molto utili come l’olio di cocco o di karitè.

naso cane screpolato

Naso secco cane | Problemi fisici

Elencate tutte queste motivazioni dalla facile soluzione, però, siamo costretti ad aggiungere una nota: ovviamente il naso secco e screpolato del cane può essere sintomatico di decine di problemi fisici, per esempio è uno dei sintomi della leishmaniosi… Ma come fare a capirlo? Intanto cerchiamo di verificare con che frequenza il naso del nostro cane si secca, escludendo le situazioni tipo appena elencate. Cerchiamo di far caso soprattutto al fatto che, una volta eliminata la causa, che sia il sole, il freddo, la plastica o il vento, il naso torni umido come sempre in breve tempo. Inoltre, qualche volta, sul naso screpolato, potrebbero comparire delle macchie rosa sul naso del cane, che dovrebbero far scattare un campanello d’allarme.

Naturalmente poi bisogna essere sicuri che al naso secco del cane non si associno altri sintomi come la spossatezza, l’inappetenza o la febbre. Come diciamo sempre, nel dubbio la cosa più sensata è sentire un parere medico, una telefonata o una visita al nostro veterinario di fiducia ci toglierà tutti i dubbi. Se è vero che fare dell’allarmismo inutile è sciocco e spesso controproducente, è anche vero che trascurare chiari segnali di malessere del nostro cane è anche peggio.