Agility dog: che cos’è, cosa serve per farla e la sua storia

agility dog

Sebbene l’agility dog sia uno sport cinofilo particolarmente conosciuto; molte persone non sanno ancora in cosa consista realmente questa attività. Vediamo quindi di scoprire insieme che cos’è l’agility dog, come è nata questa disciplina e molte altre curiosità!

Che cos’è l’agility dog

L’agiliy dog è uno sport cinofilo, dove il cane deve superare un percorso ad ostacoli (dai 15 ai 20), in un ordine ben preciso; possibilmente senza ricevere penalità e nel minor tempo possibile. Spetterà al conduttore seguire il cane ed indicargli la sequenza che deve seguire, accompagnandolo per tutto il percorso. E’ pertanto uno sport che l’umano svolge con il suo cane e che permette ad entrambi di divertirsi e di diventare un perfetto binomio a 6 zampe. In parole più semplici entrerete totalmente in sintonia con il cane: vi comprenderete a vicenda e vi divertirete da matti.

Nonostante l’agility dog sia uno sport cinofilo divertente e in grado di migliorare tantissimo il rapporto tra cane e padrone; qualcuno storge il naso e lo considera quasi una violenza nei confronti dell’animale e un modo per il padrone di mettersi in mostra. Avendo a che fare con gli umani, la seconda ipotesi non è da escludersi; quanto al cane, invece, nella maggior parte dei casi sarà felicissimo di svolgere una attività fisica insieme al suo amico a due zampe.

Ci sono cani infatti, che adorano fare agility e non sono solo i border collie, i collie e gli shetland, ma anche i jack russell, i labrador, i pastori belga, i chihuahua, i pitbull e molti altri, nonché una vasta schiera di meticci di tutte le taglie e dimensioni. Certo, ci sono anche amici a 4 zampe che per indole e caratteristiche fisiche non possono proprio farlo, come per esempio i carlini ed altri cani con problemi respiratori.

slalom agility

Cosa serve per fare agility dog?

Principalmente servono due cose: che il cane ama la palla o il premietto (ossia mangiare cose buone fuori pasto) e un po’ di pazienza. Se disponente di queste due cose potete farci un pensierino. L’importante è scegliere un centro di addestramento cani serio e che vi prepariate spiritualmente, perché il problema principale non è il cane, che capisce subito ed impara ancora prima, ma sarete voi che dovrete imparare a trasmettere, di corsa, con il vostro corpo (mani, braccia, piedi e busto) i vari comandi per cani, affinché capisca l’ordine del percorso e quindi cosa deve saltare, in quale tubo deve infilarsi ecc.. A voi la decisone ora. Magari una prova, senza impegno, la potete anche fare..

ostacoli agility

Origini e Storia dell’agility dog

L’agility dog nasce nel 1978 quando venne chiesto a John Varley, membro della commissione dello spettacolo canino Crufts, di organizzare un evento che unisse agilità ed obedience al fine di aumentare il pubblico alle manifestazioni. Varley chiese aiuto all’addestratore Peter Meanwell, ed insieme presentarono un percorso ad ostacoli, molto simile ai percorsi degli sport equestri.

L’obiettivo era quello di far vedere al pubblico la velocità e l’agilità dei cani. Già dal suo inizio l’agility dog prevedeva un percorso fatto ad ostacoli, incluso l’Over & Under (ossia la combinazione tubo-passerella), il Tyre Hoop (ossia la gomma o pneumatico) il Weaving Flags, (ossia lo slalom) e il Canvass Tunnel, l’attuale tubo morbido. La dimostrazione fu un successo e vennero subito organizzate competizioni e gare anche a livello internazionale.

percorso agility dog

Nel 1980 il Kennel Club fu la prima organizzazione a riconoscere l’agility dog come sport ufficiale con tanto di regolamento. In Italia l’agility dog arrivò nel 1988 quando vennero organizzati i primi stages a Torino dal GARU (Gruppo Amici Razze Utilità), tenuti dal giudice di nazionalità francese Jean Pierre Garcia e dal britannico Peter Lewis. Anche in Italia, tale disciplina suscitò subito molto interesse, tanto che l’ENCI nel 1991 si adeguò al regolamento internazionale della FCI. Le prime gare nazionali si svolsero nel 1990 e da quest’ultime furono selezionati i primi componenti della Nazionale italiana di agility dog.